Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Colleferro rivive l'incubo di Willy, 17enne pestato in strada: è in gravi condizioni

Arrestati due ragazzi di 18 e 19 anni rintracciati poche ore dopo il pestaggio dalla polizia. La vittima, un ragazzo di Segni, è ricoverata al San Giovanni. Cittadina sotto choc, il sindaco: "Chi ha visto parli, quanto accaduto è inaccettabile"

Mandibola e naso rotti, lividi e contusioni su tutto il corpo, un probabile trauma cranico: sono le condizioni del 17enne di Segni che sabato pomeriggio è stato ricoverato all’ospedale San Giovanni di Roma dopo essere stato picchiato selvaggiamente da due ragazzi nella centralissima via Turati, a Colleferro.

Il piccolo Comune della provincia di Roma è già noto per un episodio simile, con risvolti però molto più tragici: era il 6 settembre del 2020 quando Willy Montero Duarte, 21 anni venne massacrato durante un pestaggio morendo per le ferite riportate. A pochi mesi di distanza un altro pestaggio, con la vittima ricoverata in ospedale in prognosi riservata.

La polizia è riuscita a rintracciare i picchiatori poche ore dopo l’aggressione. Si tratta di un 18enne e di un 19enne di Colleferro, che conoscevano la loro vittima e che sono stati fermati con l’accusa di lesioni gravi in concorso, un fermo convalidato con l'arresto nella notte. Che cosa sia successo in via Turati, all’angolo tra piazza della Repubblica, è al vaglio degli inquirenti, ma le testimonianze degli amici del ragazzo picchiato e dei passanti - tutto è accaduto intorno alle 17 nel cuore di Colleferro - hanno chiarito quantomeno i fatti salienti.

Ragazzo picchiato a Colleferro, cosa è successo

Sono da poco passate le 17 di sabato quando in via Turati un gruppetto di ragazzi di Segni viene avvicinato da due giovani. Una iniziale discussione degenera, e nel giro di pochi attimi i due si stanno accanendo su un 17enne prendendolo a pugni in faccia. Il ragazzo cade, sbatte la testa contro un’auto e poi contro l’asfalto, ma neppure lì i due si fermano e anzi continuano a colpito mentre è riverso a terra.

I colpi sono così violenti che il 17enne sviene per qualche minuto. Sul posto arriva l’ambulanza, che lo accompagna in codice rosso all’ospedale di Colleferro, e la polizia, che avvia subito le indagini raccogliendo le testimonianze degli amici della vittima e di chi ha assistito alla scena. Due ore dopo l’aggressione i due ragazzi vengono individuati e sottoposti a fermo di polizia giudiziaria. Sembra che conoscessero il gruppetto, e che a scatenare l’aggressione siano stati quei “futili motivi” cui spesso ci si riferisce quando si parla delle sempre più frequenti risse o aggressioni tra giovanissimi.

La vittima del pestaggio, vista la gravità delle ferite, è stata trasferita da Colleferro a Roma e ricoverato al San Giovanni. La prognosi resta ancora riservata. La procura di Velletri ha intanto aperto un fascicolo per lesioni gravissime sul pestaggio. 

Pestaggio a Colleferro, il sindaco: "Inaccettabile, chi ha visto qualcosa parli"

Sull'accaduto è intervenuto il sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna, che già sabato aveva condannato l'episodio e che in serata è andato a trovare il 17enne in ospedale insieme con il sindaco di Segni, Piero Cascioli.

"Non avrei mai pensato di riprovare certe sensazioni, di risentire un nodo alla gola così stretto - ha detto Sanna - Ci siamo accertati che il giovane partisse immediatamente per il San Giovanni e che la mamma potesse andare con lui, dopo che lo splendido personale del Pronto Soccorso aveva già stabilizzato la situazione. Con la mamma siamo stati fino a che non è arrivata l’ambulanza che poi è partita per Roma; sono riuscito a parlare anche un po’ con lui, a fatica"

"Non so se il Covid ha peggiorato o meno la situazione ma ripeto che quanto è accaduto non si può accettare - prosegue il sindaco - Ringrazio e mi congratulo con la Polizia di Stato per l’ottimo lavoro svolto nell’assicurare alla giustizia i responsabili. So che anche la Polizia Locale ha dato una mano e ne sono orgoglioso. Se fossero scappati sparendo, i responsabili avrebbero macchiato ancor di più l’onore della nostra Colleferro".

Poi l'appello: chi ha assistito al pestaggio si presenti alle forze dell'ordine per raccontare cosa è successo: "La vostra testimonianza è e sarà preziosa affinché si possano chiarire le dinamiche"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro rivive l'incubo di Willy, 17enne pestato in strada: è in gravi condizioni

RomaToday è in caricamento