Cronaca

Ladispoli: colf bulgara stuprata, preso il colpevole

Si tratta di un senegalese di 21 anni. Lo stupro, avvenuto la notte di San Silvestro, è stato denunciato dalla stessa vittima. La ragazza è stata medicata presso l’ospedale locale per un trauma cranico e diversi ematomi al viso

E’ accusato di violenza sessuale e lesioni il cittadino senegalese fermato questo mattina dai carabinieri di Ladispoli. Il ragazzo sarebbe colpevole dello stupro avvenuto ai danni di una ragazza bulgara di 20 anni, avvenuto la sera di San Silvestro.

A denunciare lo stupro è stata la stessa ragazza che lavora come collaboratrice domestica nella cittadina a nord di Roma.

In base a quanto raccontato dalla ragazza ai carabinieri, la sera dell’ultimo dell’anno, l’uomo avrebbe avvicinato la ragazza alla stazione ferroviaria di Ladispoli. Dopo aver subito già lì una serie di percosse, la ragazza è stata portata nello spogliatoio di un vicino campo sportivo ed è stata ripetutamente violentata.

Ancora sotto shock, la ragazza è riuscita ad avvertire i carabinieri. Poco dopo però, a causa delle gravi ferite, è stata portata al pronto soccorso di Ladispoli. Qui le è stato riscontrato un trauma cranico e le sono state medicate tutta una serie di ferite al volto e parecchi ematomi intorno alla bocca.

La giovane ha quindi reso testimonianza, fornendo ai carabinieri gli elementi necessari all’arresto del giovane africano, avvenuto in mattinata.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladispoli: colf bulgara stuprata, preso il colpevole

RomaToday è in caricamento