rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Campagnano di Roma

Carabinieri alla porta, pusher scarica la droga nel wc

La cocaina è stata ritrovata grazie al cane antidroga


Lo scarico dello sciacquone all'interno dell'appartamento al di fuori del quale si trovavano i carabinieri è stato il rumore che ha insospettito i militari. Droga gettata nel water che non è bastata a salvare un pusher, un 65enne di origini albanesi, poi arrestato per spaccio a Campagnano di Roma, comune della provincia capitolina. 

Presentatisi all’alba, i carabinieri di Campagnano di Roma, hanno bussato alla porta, senza inizialmente ricevere risposta; successivamente una voce dall’abitazione ha invitato i militari ad attendere, instillando il sospetto negli operanti che all’interno si stesse cercando in qualche modo di occultare stupefacente.

In effetti poco prima che il soggetto destinatario di perquisizione aprisse la porta di casa, i carabinieri hanno udito il rumore dello scarico di un wc che veniva azionato all’interno dell’appartamento; grazie a un’intuizione, frutto dell’esperienza operativa maturata negli anni, i militari avevano però installato una retina all’imboccatura di uno dei segmenti che componeva la colonna di scarico delle acque nere riuscendo, anche grazie alla collaborazione di Dingo, il cane antidroga, a recuperare 18 grammi di cocaina suddivisi in 12 involucri e 23 grammi di hashish suddivisi in 9 frammenti.

L’uomo è stato quindi arrestato e giudicato con rito direttissimo presso il tribunale di Tivoli, che ha convalidato l’arresto applicando la misura dell’obbligo di dimora con permanenza presso la propria abitazione durante la notte.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri alla porta, pusher scarica la droga nel wc

RomaToday è in caricamento