Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Traffico di coca dal Messico: droga nascosta negli abiti, 3 arresti

I rapporti coi narcos messicani erano tenuti dal gestore di un negozio di pasta fresca del Tuscolano. Fermato traffico di coca Messico-Italia

Cancun: questo il nome dell'operazione  della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Roma che ha scoperto una banda di narcotrafficanti che importavano la droga dal Messico nascosta in capi d'abbigliamento, anche intimo, per eludere i controlli.

L'operazione ha portato al  sequestro di 2,5 chili di cocaina, tra Roma e Fiumicino, con un valore sul mercato di 250 mila euro e l'arresto di tre italiani. Tra i tre arrestati c'è anche la mente criminale del gruppo, un commerciante di 39 anni, ufficialmente titolare di un noto negozio di pasta fresca del quartiere Tuscolano, che gestiva i rapporti con i narcos messicani. Il provvedimento restrittivo, emesso dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Roma Maria Agrimi, è il frutto di laboriose indagini sul traffico di droga perpetrato tra il Messico e l'Italia, coordinate dalla Procura di Civitavecchia - Sostituto Procuratore Margherita Pinto - in collaborazione con la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, nelle persone del Procuratore della Repubblica Giuseppe Pignatone e del Sostituto Procuratore Carlo Lasperanza. Dopo mesi di intercettazioni telefoniche e pedinamenti, il G.I.C.O. (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) del Nucleo Polizia Tributaria di Roma ha fatto piena luce su modus operandi e ruoli dei componenti del gruppo criminale, formato da sette persone, tra cui italiani e messicani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di coca dal Messico: droga nascosta negli abiti, 3 arresti
RomaToday è in caricamento