E' morto a Roma Claudio Cerasi, imprenditore collezionista e fondatore di Palazzo Merulana

Insieme alla moglie Elena, Claudio Cerasi ha dato vita, attraverso la Fondazione Elena e Claudio Cerasi, al grande progetto di Palazzo Merulana

È morto Claudio Cerasi, il fondatore della SAC, la società con cui ha realizzato, tra le altre opere, il MAXXI a Roma e il nuovo Teatro dell'Opera di Firenze. Appassionato di arte come la moglie Elena ha creato con lei la Fondazione Elena e Claudio Cerasi. E proprio dalla collaborazione tra la Fondazione Cerasi e CoopCulture è nato nel 2018 Palazzo Merulana.

La stessa istituzione culturale romana dà notizia della morte a 87 anni di Cerasi, mecenate d'altri tempi. "Grazie alla capacità visionaria e alla generosità di Claudio Cerasi, l'ex ufficio igiene di via Merulana 121 è rinato come spazio culturale consegnato alla città con un dono ancora più grande: la possibilità di ammirare al proprio interno la bellissima collezione d'arte della famiglia Cerasi, improntata sugli artisti della Scuola Romana e del primo Novecento, che per anni insieme a sua moglie aveva costruito, amato e custodito gelosamente", ricorda Letizia Casuccio, direttrice generale di CoopCulture.

"In un momento così difficile della nostra storia, ci risulta ancora più doloroso lasciare la persona alla quale si deve la nostra avventura, un'anima moderna, gentile, generosa e determinata", sottolinea la nota di Palazzo Merulana.

Nato il 17 marzo del 1933, Claudio Cerasi cominciò a lavorare nell'impresa di costruzioni di famiglia subito dopo la laurea in economia e commercio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutta CoopCulture e tutto lo staff di Palazzo Merulana lo ricorda con ammirazione ed immensa gratitudine: "Vivrà per sempre nei cuori di chi come noi porterà avanti il suo progetto, il suo sogno: offrire a Roma un luogo innovativo, aperto ed inclusivo. Abbiamo imparato tanto dalle sue parole e dal suo esempio: l'amore per il bello e l'arte ma soprattutto il coraggio e la perseveranza nel non rinunciare mai ai propri sogni. Non potremo mai ringraziarlo abbastanza".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento