menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Frame video FB - Michela Vittoria Brambilla

Frame video FB - Michela Vittoria Brambilla

Cinghiali uccisi al parco, le lacrime di un bambino: “Non c’era motivo di ucciderli”

Lo sfogo del bambino di otto anni e di sua madre in un video Facebook dai cancelli del parco chiuso è stato pubblicato dall’onorevole Brambilla 

“In questo posto, io e i miei amici ci divertivamo sempre poi quando sono arrivati i cinghiali ci divertivamo ancora, però ora io sono molto dispiaciuto perché erano animali indifesi contro persone che avevano armi, non c’era motivo di ucciderli”. 

A parlare è un bambino di 8 anni che, in compagnia di sua madre, tra le lacrime racconta il dolore per la morte della ‘famigliola’ di cinghiali, uccisa lo scorso venerdì all’interno del parco ‘Mario Moderni’ di via della Cava Aurelia. È stata l’onorevole Brambilla a diffondere il video denuncia sul suo canale social. La donna, insieme con suo figlio, si trova dinanzi ai cancelli chiusi del parco dove campeggia un cartello con la scritta “Tranquilli piccoli, adesso siamo in un luogo in cui nessun uomo potrà più farci del male”.

“Per me questo parco adesso è solo un simbolo di morte, di violenza e soprattutto di mancanza di compassione, quello che noi dovremmo insegnare ai nostri figli, a provare compassione. E ieri sera (venerdì ndr) ho visto che proprio questo è mancato. La compassione”. Le parole della donna pronunciate con la voce rotta dalla commozione denunciano i fatti avvenuti lo scorso venerdì, la presenza di animalisti e associazioni per scongiurare la morte degli animali. 

“Non voglio nemmeno parlare di quanto subito da parte di alcuni funzionari delle forze dell’ordine nonostante mi trovassi qui in veste di mamma, avvisata da mio figlio, un bimbo di 8 anni, non sono un’attivista, né un’animalista.Noi siamo una comunità, una comunità di genitori. I nostri figli devono poter continuare a vivere in questo quartiere, e devono viverlo serenamente. In questo momento non c’è nulla di sereno, solo una profonda tristezza e tantissima rabbia”. Ha concluso: "Saremo presenti in questa lotta, io e i miei figli". 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento