Allarme cinghiali anche a Marcigliana: danni per migliaia di euro per agricoltori e allevatori

La denuncia del presidente della Coldiretti Lazio David Granieri: "Anche nella Capitale si attivi la filiera della carne di cinghiale"

Cinghiali nel parco della Marcigliana

Dai centri abitati alle aree verdi, i cinghiali continuano a creare danni nella Capitale. L'allarme segue di una settimana la tragedia dello scorso venerdì, quando un 49enne romano, Nazzareno Alessandri, fu travolto ed ucciso (mentre era  in sella al suo scooter) da un grosso animale mentre viaggiava su via dell'Inviolatella Borghese. L'altro ieri (mercoledì 22 marzo), l'incidente di Bel Poggio, quando a rimetterci la pelle è stato un ungulato coinvolto in un scontro con un'auto in via di Settebagni. Oggi un nuovo allarme, lanciato dalla Coldiretti Lazio, per denunciare come nelle ultime settimane a rimetterci denaro siano stati agricoltori e allevatori del parco della Marcigliana. "Una devastazione - la denuncia del presidente David Granieri - . Coltivazioni distrutte, compromesse. Colture di mais, di erbaio, di favino e grano duro interamente perse con danni per le aziende agricole calcolati nell’ordine di centinaia di migliaia di euro. Qualcuno fermi i cinghiali"

CINGHIALI AL PARCO DELLA MARCIGLIANA - La denuncia del presidente di Coldiretti Lazio arriva dopo la notizia "delle ripetute incursioni di fauna selvatica nei campi seminati della riserva naturale Marcigliana, che si estende per 4.800 metri quadrati e ospita oltre 70 aziende tra agricole, agriturismi e allevamenti che sono una fetta importante dell’economia e dell’occupazione di quel comprensorio della Capitale". 

2000 CINGHIALI A MARCIGLIANA - Secondo David Granieri, "i cinghiali – in quell’area secondo stime molto attendibili la loro popolazione si attesta almeno sui 2.000 capi – scavano il terreno persino tra gli uliveti, mettendo a repentaglio ogni attività economica e produttiva, compromettendo interi raccolti e causando pesanti perdite di reddito. Al danno si aggiunge la beffa visto che, per indisponibilità di fondi, nessuno degli imprenditori agricoli che hanno presentato domanda di indennizzo ha ricevuto finora il becco di un quattrino per le devastazioni da fauna selvatica subite nel 2016".

FILIERA DELLA CARNE -  "L'ultima segnalazione che abbiamo raccolto proprio in questi giorni – aggiunge Aldo Mattia, direttore della Coldiretti del Lazio – ci è arrivata da un nostro associato, disperato perchè i cinghiali gli hanno distrutto interi campi di grano e sarà costretto a comprare sul mercato il grano per alimentare gli animali del suo allevamento, con un aggravio di costi insostenibile per il bilancio aziendale. Nelle aree protette non sono previsti gli abbattimenti, ma almeno ci si attivi per organizzare le catture con le gabbie. Anche a Roma ci sono le condizioni per avviare la filiera del cinghiale, come già succede a Viterbo o al Circeo, in provincia di Latina. Qui, i capi catturati vengono macellati in mattatoi pubblici sotto il controllo delle autorità sanitarie e le loro carni lavorate, trasformate e commercializzate". 

DA CALAMITA' A RISORSA - "Anche nella Capitale sarebbe opportuno, ma in fretta, imboccare questa strada, per trasformare una calamità in una risorsa di reddito aggiuntiva per gli imprenditori agricoli, in particolare per quelli – conclude Mattia – che operano dentro oppure a ridosso del perimetro di parchi, aree protette e riserve naturali".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

Torna su
RomaToday è in caricamento