Cronaca

Chiuso ristorante per carenze igieniche, era registrato come associazione culturale

I sigilli sono stati applicati dai carabinieri di concerto con l'Asl in un locale di Sacrofano

Era registrato come associazione culturale finalizzata all’attività di promozione, diffusione ed approfondimento della cultura culinaria in genere nei confronti dei soli soci, ma in realtà lavorava come un ristorante anche per persone che non erano associate. Siamo a Sacrofano. A chiudere il locale sono poi stati  i Carabinieri della locale Stazione, di concerto con l’ASL Roma 4.

In particolare i militari dell'Arma di Sacrofano hanno proceduto al controllo del noto esercizio di ristorazione del Comune della provincia nord di Roma, giungendo alla chiusura dello stesso a causa delle gravi irregolarità riscontrate.

Il controllo, svolto in ogni ambiente dell’esercizio commerciale che, registrato come associazione culturale finalizzata all’attività di promozione, diffusione ed approfondimento della cultura culinaria in genere nei confronti dei soli soci, ha permesso di appurare come l’attività di ristorazione venisse effettuata in materia del tutto illecita ed al di fuori della normativa vigente, verso persone che certamente non erano soci.

Nei controlli sono state riscontrate gravi carenze in materia di igiene nei locali e nella preparazione degli alimenti e di violazioni in materia di norme sul lavoro, che hanno portato i Carabinieri ad elevare una sanzione amministrativa di 20.000 euro oltre all’immediata chiusura dell’attività, fino all’adeguamento normativo necessario alla riapertura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso ristorante per carenze igieniche, era registrato come associazione culturale

RomaToday è in caricamento