Cronaca Anzio

Casi di Chikungunya ad Anzio, la malattia che si trasmette dalle zanzare

Il blocco è di 28 giorni per chi è stato nel comune in provincia di Roma

Tre casi di Chikungunya ad Anzio. Si tratta di una malattia che causa febbre e reumatismi il cui virus viene trasmesso dalle zanzare. I tre non avevano viaggiato nelle due settimane precedenti all'insorgere dei sintomi e con tutta probabilità, dunque, sono state punte da una zanzara infetta presente nella zona. 

Lo comunica l'Istituto Superiore di Sanità e dell'Istituto per le malattie infettive Spallanzani di Roma. Le persone colpite ora starebbero bene ma, con una circolare inviata oggi, sono state bloccate le donazioni di sangue per 28 giorni per chi ha soggiornato nel comune. 

"Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, il rischio complessivo di un'ulteriore diffusione è considerato basso a livello regionale e molto basso al livello nazionale ed internazionale. - si legge in una nota dell'Istituto Superiore di Sanità - Sono state perciò immediatamente attuate tutte le misure di controllo e di prevenzione, in collaborazione con il Servizio Regionale per l'Epidemiologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive della Regione Lazio e il supporto del Ministero della Salute, previste nell’ambito del 'Piano Nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare (Aedes sp.)'

Ai fini di contrastare l’epidemia sono state attualmente messe in campo le seguenti azioni: "una sorveglianza epidemiologica attiva dei nuovi casi, un’indagine retrospettiva per identificare i casi che attualmente non è ancora possibile definire, una sorveglianza della zanzara tigre per descrivere il vettore presente nell’area e l’entità di tale presenza, sono state, inoltre, sospese le donazioni di sangue nell’area colpita e pertanto il rischio di infettarsi attraverso la donazione è anch’esso considerato molto basso e sono state attuate misure di disinfestazione per ridurre ulteriormente il rischio di contagio".

Il virus responsabile della Chikungunya appartiene alla famiglia delle togaviridae, del genere degli alphavirus. È trasmesso dalle zanzare del genere Aedes, come Aedes aegypti (la stessa che trasmette la febbre gialla e la dengue) ed è presente soprattutto in zone rurali, mentre è raro o addirittura assente in vicinanza dei centri abitati.

Dopo un periodo di incubazione di 3-12 giorni, si manifesta una sintomatologia simil-influenzale che include febbre alta, brividi, cefalea, nausea, vomito e soprattutto importanti artralgie (da cui deriva il nome chikungunya, che in lingua swahili significa "ciò che curva" o "contorce"), tali da limitare molto i movimenti dei pazienti che quindi tendono a rimanere assolutamente immobili e assumere posizioni antalgiche.

Il tutto si risolve spontaneamente, in genere in pochi giorni, ma i dolori articolari possono persistere anche per mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi di Chikungunya ad Anzio, la malattia che si trasmette dalle zanzare

RomaToday è in caricamento