Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Suv ed auto di lusso cannibalizzate e rivendute al mercato nero, scoperta centrale del riciclaggio

Il blitz della polizia stradale in un capannone in zona Castel di Leva. Arrestate due persone

Vetture di grossa cilindrata e Suv cannibalizzati per poi essere rivenduti nel mercato nero delle auto rubate. Resta alta l'attenzione della Polizia Stradale di Roma in relazione alla piaga dei furti di auto. Nel pomeriggio di mercoledì, gli investigatori hanno fatto irruzione in un capannone di Castel di Leva, nella periferia della Capitale.

 

La scena apparsa agli occhi degli investigatori della squadra di Polizia Giudiziaria della Stradale di Roma ha mostrato, fin da subito, il consueto scenario: quattro costosi veicoli di grossa cilindrata completamente cannibalizzati, un veicolo già caricato su un autocarro pronto per essere inviato nei circuiti del mercato nero delle auto e due uomini, già noti alle forze dell'ordine, intenti a smontare un altro suv di alta gamma.

VIDEO | La centrale di riciclaggio delle auto rubate

Sono sei in totale i veicoli recuperati dalla polstrada, tutti di ingente valore e rubati, negli ultimi venti giorni, a Roma e a Firenze. I due uomini un romano di 45 anni ed un 57enne, sempre romano, sono stati arrestati mentre le auto e le attrezzature dei malviventi sono state sequestrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suv ed auto di lusso cannibalizzate e rivendute al mercato nero, scoperta centrale del riciclaggio

RomaToday è in caricamento