Cronaca

Il ladro dei suv giapponesi incastrato dal sofisticato antifurto

Nella mattinata un sofisticato impianto antifurto satellitare, montato su un fuoristrada, ha inviato il segnale di furto e allarmato la polizia

Specializzato nel furto suv ibridi di costruzione giapponese, ha provato a colpire nella mattinata di oggi ma un sofisticato impianto antifurto satellitare montato sul fuoristrada, ha inviato il segnale di furto alla sala operativa mettendolo definitivamente nei guoi. 

Il veicolo veniva segnalato in movimento per le strade della Cecchignola ed una pattuglia del IX Distretto Esposizione, anticipando le mosse del ladro, l'ha intercettato e bloccato nella zona di Fonte Meravigliosa. Alla guida un 38enne residente sul litorale laziale.

Nella webcam di cui è dotata l'auto, per metterla fuori uso, era stato inserito un cacciavite mentre, per accendere lo stesso veicolo, all'impianto elettrico originale era stata aggiunta un’improvvisata centralina. I poliziotti hanno perquisito anche l'abitazione del 38enne trovando, oltre a forbici e cacciaviti, altre 3 centraline elettroniche, tutte riconducibili alla maggior casa automobilistica giapponese, vario materiale elettronico ed una coppia di targhe di auto su cui sono in corso accertamenti, non potendosi escludere che le stesse siano dei "cloni".

Il 38enne, che nel recente passato era già stato oggetto di indagini simili, è stato arrestato e posto a disposizione della Magistratura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ladro dei suv giapponesi incastrato dal sofisticato antifurto

RomaToday è in caricamento