rotate-mobile
Cronaca Castelverde / Via Città Sant'Angelo

Due raid in 24 ore, ancora vandali alla scuola media. Danni per 100mila euro

Ignoti si sono nuovamente introdotti nel plesso scolastico di via Città Sant’Angelo

Sembra incredibile ma dopo il raid che ha devastato, nella notte tra lunedì 31 luglio e martedì 1° agosto la scuola media di via Città Sant’Angelo a Castelverde, i vandali hanno colpito ancora. Nella notta tra martedì 1° agosto e mercoledì 2 agosto ignoti si sono nuovamente introdotti nel plesso scolastico per andare a completare l’opera iniziata poche ore prima. Un vero e proprio sfregio al quartiere e alla comunità, preoccupata ora per l’avvio del nuovo anno scolastico. per questo, già da mercoledì mattina i tecnici del VI municipio sono al lavoro non solo per quantificare i danni ma, soprattutto, per mettere in sicurezza l’edificio.

I danni

Secondo una prima stima, il raid scoperto martedì mattina ha causato circa 100 mila euro di danni, compresi quelli causati la notte seguente. Un conto destinato a salire visto che bisogna ancora capire come sia stata ridotta la pavimentazione della palestra, uno degli ambienti maggiormente colpiti dalla furia dei vandali che hanno distrutto ben 21 vetri solo all’interno di questo locale. Adesso la priorità è mettere in sicurezza l’edificio. Per questo, i tecnici municipali sono al lavoro per rifare vetri, porte, finestre e inferriate, l’unico deterrente, per ora, contro i vandali. Poi toccherà alla scuola fare il resto ma il suono della prima campanella si avvicina e sistemare tutto, con l’estate di mezzo, impone una vera e propria corsa contro il tempo.

Tante le scuole colpite

Le forze dell’ordine che stanno indagando sugli autori del gesto non escludono che siano le stesse che, nelle ultime settimane, hanno messo a segno dei raid simili. L’elenco delle scuole colpite è lunghissimo. Le ultime “vittime” sono stati l’Istituto comprensivo Marelli, la scuola di piazza Muggia a Ponte Di Nona e la sede dell’istituto comprensivo di via Rugantino a via dell’Aquila Reale a Torre Maura. “Abbiamo bisogna di un sistema di sorveglianza importante, su questo il Comune di Roma deve assolutamente intervenire” ha dichiarato, a RomaToday, l’assessora alla scuola del VI Municipio, Flavia Cerquoni.

Pene severe

Durissimo sulla vicenda il presidente Nicola Franco, che ha parlato di “delinquenti senza cervello e senza un briciolo di coscienza, che non hanno rispetto di niente e di nessuno neanche di  quei ragazzi che fra poche settimane dovranno tornare nelle loro classi ridotte in questa maniera”. Franco si è appellato “al grande lavoro delle forze dell’ordine affinché venga dato nome e cognome a questi delinquenti e pene giuste e severe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due raid in 24 ore, ancora vandali alla scuola media. Danni per 100mila euro

RomaToday è in caricamento