rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Spinaceto / Via Pontina

Castel Romano: case, terreni e auto di lusso ma vivevano nel campo rom

Sei le famiglie allontanate dal maxi campo sulla Pontina a seguito di un'operazione portata avanti dagli agenti della polizia locale. Durante la rimozione dei moduli abitativi occupati, due vigili sono stati aggrediti

Nomadi sì ma grandi possidenti. Di auto, terreni, appartamenti. Ancora un blitz degli agenti della Polizia Municipale porta alla luce una realtà diffusa: non tutti i residenti dei campi rom hanno le credenziali per accedervi. Detto altrimenti, non tutti hanno diritto a un alloggio gratis.

A Castel Romano, teatro nell'ultimo mese di una guerra intestina tra gruppi etnici, sono stati allontanti questa mattina sei nuclei familiari. La Polizia ha eseguito l’Ordinanza emessa dall’Assessorato alle Politiche Sociali. Il provvedimento è stato adottato in seguito alle verifiche patrimoniali sui sei capifamiglia assegnatari di alloggio all’interno del campo, i quali dalle indagini sono risultati dei piccoli 'Paperoni'. 

L’operazione, coordinata dal vicecomandante Antonio Di Maggio, presente allo sgombero, ha visto impegnati venti agenti del Gruppo Sicurezza Pubblica e Emergenziale. Durante la rimozione dei moduli abitativi indebitamente occupati, due vigili sono stati  aggrediti. Il responsabile, un venticinquenne residente nel campo, è stato arrestato e si trova presso gli uffici dello Spe. Tra i capifamiglia allontanati ci sono anche esponenti di associazioni di rappresentanza delle comunità Rom.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel Romano: case, terreni e auto di lusso ma vivevano nel campo rom

RomaToday è in caricamento