Castel Madama: lite finita a coltellate, vittima in prognosi riservata

Una giornata passata insieme al lavoro, poi la discussione che degenera: un 54enne accoltella l'amico alla schiena perforandogli un polmone. Arrestato con l'accusa di tentato omicidio

E’ stata una banale discussione a far scoppiare, ieri sera a Castel Madama, una lite tra due cittadini romeni di 40 e 54 anni. Una discussione che poteva avere un epilogo tragico. I due, per tutto il pomeriggio di ieri, avevano lavorato insieme per la raccolta delle olive e stavano rientrando a casa, quando hanno iniziato a discutere per motivi legati a questioni di poco conto.

Accecato da una rabbia inspiegabile, il più anziano ha accoltellato l’amico alla schiena, perforando, fortunatamente in modo superficiale, un polmone della vittima. Il 40enne, trasportato all’ospedale “San Giovanni Evangelista” di Tivoli, è stato operato d’urgenza e ricoverato in prognosi riservata. L'aggressore, D. C., è stato rintracciato poco più tardi dai Carabinieri delle Stazioni di Castel Madama e Vicovaro. L’uomo, trovato ancora in possesso del coltello utilizzato nell’aggressione, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio ed è stato associato al carcere di Rebibbia.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Le migliori palestre con piscina a Monteverde

I più letti della settimana

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento