Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Caso Cucchi: dopo le parole di Giovanardi, arrivano i primi indagati

Il sottosegretario in mattinata: “Morto perchè drogato e anoressico”. Scoppia la polemica. Poi arrivano le notizie dei primi indagati per omicidio preterintenzionale, reato che esclude responsabilità per i medici

Il caso Cucchi, tra cronaca giudiziaria e polemica politica, ha vissuto un'altra giornata campale. Protagonisti i giudici per la prima, Carlo Giovanardi per la seconda, finito nell'occhio del ciclone per delle frasi che, al momento, non hanno trovato il sostegno neanche di chi politicamente dovrebbe pensarla come lui.

LE INDAGINI
Prima delle polemiche, parliamo dei fatti, decisamente importanti. Secondo indiscrezioni infatti ci sarebbero i primi indagati. Le iscrizioni sarebbero state fatte per il reato di omicidio preterintenzionale. Tra i soggetti in ballo nella vicenda (agenti penitenziari, carabinieri, compagni di cella, medici del Pertini) il reato può essere ascritto solo ai primi tre. Al momento da Piazzale Clodio non è ancora emerso a chi e a quanti tale reato sia stato ascritto.

Al momento non sarebbero quindi coinvolti nelle indagini dei pm Vincenzo Barba e Francesca Loy il personale medico dell'ospedale, nei confronti dei quali, se emergessero responsabilità a livello di negligenze, si procederebbe per omicidio colposo.

LE POLEMICHE
A gettare nell'ombra questi fatti, ci sono le parole di Carlo Giovanardi, sottosegretario del Governo Berlusconi che nel baillame mediatico è entrato decisamente a gamba tesa. Intervenuto ad una trasmissione di Radio 24 ha detto: “Stefano Cucchi era in carcere perché era uno spacciatore abituale. Poveretto, è morto, la verità verrà fuori, soprattutto perché pesava 42 chili”.

Ilaria Cucchi ha risposto duramente alle accuse di Giovanardi: “A lui che fa queste dichiarazioni a titolo gratuito rispondo semplicemente che il fatto che Stefano avesse problemi di droga noi non l'abbiamo mai negato, ma questo non giustifica il modo in cui è morto. Non voglio aggiungere altro la cosa che ha detto il sottosegretario si commenta da sola".

Le parole di Giovanardi sono state aspramente criticate anche da molti esponenti di sinistra e sinora non hanno trovato sponda da nessuno del suo entourage politico.

LA CARTELLA CLINICA

Nella mediacità del caso Cucchi si inserisce anche la pubblicazione della cartella Clinica del 31enne. A pubblicarla i siti web abuondiritto.it, italiarazzismo.it, innocentievasioni.net.

Ecco la cartella clinica di Stefano Cucchi



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Cucchi: dopo le parole di Giovanardi, arrivano i primi indagati

RomaToday è in caricamento