rotate-mobile
Cronaca

Terrazzo da "sballo" con piscina e serra di marijuana. Sequestrate 24mila dosi

Il "coltivatore", dopo la convalida dell’arresto, è stato giudicato con rito direttissimo e condannato a due anni di reclusione

Aveva allestito un giardino con tanto di piscina e piante di cannabis sulla terrazza di una palazzina di Casal Bruciato un ventottenne, incensurato, arrestato dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma.

I baschi verdi del Gruppo Pronto Impiego, monitorando le piazze di spaccio del quartiere Collatino, sono risaliti al giovane che, sul solaio raggiungibile dalla sua abitazione tramite una botola, coltivava cinquanta piante di marijuana prossime alla piena maturazione.

I fusti avrebbero consentito di ricavare e piazzare sul mercato oltre 24.000 dosi della sostanza stupefacente. Il coltivatore, dopo la convalida dell’arresto, è stato giudicato con rito direttissimo e condannato a due anni di reclusione dal Tribunale capitolino per il reato di produzione, traffico e detenzione di droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrazzo da "sballo" con piscina e serra di marijuana. Sequestrate 24mila dosi

RomaToday è in caricamento