rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

La Storta, scoperta casa di riposo abusiva: all'interno quindici anziani

Dalle indagini è emerso che ogni anziano presente all'interno pagava tra i 600 e i 2000 euro al mese per vivere all'interno della struttura

Un andirivieni sospetto. Lavori edilizi per alzare o abbattere muri. E' partita da queste segnalazioni l'indagine che ha portato all'operazione che nella mattinata di oggi, 7 ottobre, ha permesso di scoprire una casa di riposo completamente abusiva. Siamo a La Storta, in una delle traverse di via Cherasco. Qui, questa mattina, poco dopo le 7 gli uomini del commissariato Primavale e gli agenti del XIV gruppo della polizia Locale hanno fatto irruzione in uno stabile trovando una vera e propria casa di riposa priva di ogni autorizzazione. Dalle indagini è emerso che ogni anziano presente all'interno pagava tra i 600 e i 2000 euro al mese per vivere all'interno della struttura. Tra di loro anche Dulio Poggiolini, Il Re Mida della Sanità. 

Secondo quanto si apprende, l'operazione ha comportato la chiusura e il sequestro  di una casa di riposo abusiva priva di ogni permesso con all'interno 15 degenti ultraottantenni. Sul posto vi erano infermieri, perlopiù stranieri privi di qualsiasi titolo sanitario. A loro il compito di somministrare farmaci agli anziani. La titolare della struttura, una donna di 57 anni, è stata denunciata a piede libero. 

I vigili urbani inoltre avrebbero accertato la presenza di lavori edilizi fatti senza le necessarie autorizzazioni. 

L'opeazione ha trovato il plauso del presidente del Municipio Valerio Barletta "L’indagine, partita da una denuncia alla Procura della Repubblica da parte del Servizio Sociale del Municipio XIV a seguito di segnalazioni anonime che riferivano di urla provenienti dall’immobile, si è conclusa con il sequestro giudiziario della struttura, l’apposizione dei sigilli e la denuncia della titolare".

 Una situazione delicata, come commenta ancora il minisindaco del Municipio Monte Mario: "Esprimo il mio plauso all’ottimo lavoro svolto dagli agenti del Commissariato di Primavalle coadiuvati dagli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale per il successo della delicatissima operazione". "Per tutta la mattina - prosegue Barletta - il personale del Servizio Sociale del nostro Municipio e della Asl Roma E è stato presente durante l’intervento e ha dato supporto mettendo in campo ogni azione possibile per tutelare i 14 anziani presenti, ora trasferiti nelle strutture del territorio per accertarne lo stato di salute".

"L’impegno delle Istituzioni - conclude la nota stampa di Valerio Barletta - è determinante nella prevenzione e nel contrasto di questi fenomeni dietro ai quali si nascondono la fragilità degli anziani e delle loro famiglie ed individui che ne approfittano per operare illecitamente".

PLAY-13

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Storta, scoperta casa di riposo abusiva: all'interno quindici anziani

RomaToday è in caricamento