Cronaca San Giovanni / Piazzale Appio

Carta stagnola nelle borse: così le ladre ingannano sistemi antitaccheggio

L'ultimo episodio nella zona commerciale di piazzale Appio

Carta stagnola per eludere i controlli avvolgendo le placche antitaccheggio. Questo è lo stratagemma architettato da una cittadina colombiana di 34 anni, senza fissa dimora, arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante con l’accusa di furto aggravato.

L'ultimo episodio, ieri pomeriggio, nella zona commerciale di piazzale Appio. La donna è stata scoperta dai Carabinieri che l'hanno bloccata, appena uscita. Sotto al giubbotto nascondeva ben 450 euro di merce che aveva sottratto dagli scaffali. La donna aveva coperto, avvolgendole con dei fogli di carta in alluminio, le placche antitaccheggio, così una volta oltrepassato le casse non venivano rilevate dai rilevatori antifurto.

Questa volta però ad attenderla ha trovato i Carabinieri che con l'aiuto degli addetti alla sicurezza interna del centro sono riusciti a bloccarla. La merce rinvenuta dai Carabinieri è stata interamente restituita al responsabile del centro mentre la donna è stata portata in caserma e trattenuta in attesa del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carta stagnola nelle borse: così le ladre ingannano sistemi antitaccheggio

RomaToday è in caricamento