Responsabile di due omicidi e arrestato in Kenya: estradato 51enne latitante romano

Carlo Gentile, ritenuto responsabile degli omicidi di Federico Di Meo e Sesto Corvini, è stato arrestato a Nairobi il 19 luglio scorso e ora sconterà la sua pena in Italia

Il latitante Carlo Gentile, dopo l'arresto in Kenya, torna in Italia. Unestradizione a tempi di record quella del 51enne romano ricercato dal 2015 poiché ritenuto responsabile degli omicidi di Federico Di Meo, assassinato a Velletri il 24 settembre del 2013 e di Sesto Corvini, assassinato a Roma il 9 ottobre del 2013, scortato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma e da agenti dello S.C.I.P. della Direzione Centrale della Polizia Criminale, giunto all’aeroporto di Fiumicino con un volo proveniente da Nairobi.

Carlo Gentile è stato arrestato a Nairobi il 19 luglio scorso dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma con la collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) - Interpol della Direzione Centrale Polizia Criminale e della locale polizia e dopo neanche una settimana, grazie alla rapidità con cui l'Autorità Giudiziaria del Kenya ha definito le pratiche per l'estradizione, è stato possibile riportarlo in Italia.

Per l'omicidio di Federico Di Meo, lo scorso 12 luglio, Carlo Gentile è stato condannato all’ergastolo dalla Corte di Assise di Frosinone unitamente al mandante, Elvis Demce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

Torna su
RomaToday è in caricamento