Ncc in protesta al Senato, cariche della polizia e bombe carta. Sette contusi

Quattrocento circa i manifestanti presenti in piazza Vidoni. I contusi medicati all'ospedale Santo Spirito

Foto Ansa Massimo Percossi

Cariche della polizia e lancio di bombe carta alla manifestazione degli Ncc che si è tenuta lunedì pomeriggo in Centro Storico. Sette le persone contuse, un manifestante e sei poliziotti. La giornata di tensione è stata vissuta lunedì 28 gennaio, in piazza Vidoni, nel corso di una manifestazione statica indetta dalla categoria dei noleggiatori con conducente con la preannunciata partecipazione di 50 persone allo scopo di sensibilizzare il Senato in occasione della discussione sul D.L. 143/2018. 

Come informa la Questura di Roma, durante il corso della manifestazione il numero dei partecipanti è aumentato repentinamente fino a superare le 400 unità. Intorno alle ore 15.30, i convenuti si sono spostati velocemente e, senza alcuna autorizzazione, per attestarsi davanti al Senato, dove hanno acceso alcuni fumogeni. 

Dopo una lunga attività di mediazione, durata circa due ore senza alcun esito, è stato intimato ai manifestanti di allontanarsi e riportarsi nel luogo preavvisato. Gli stessi, ancora una volta, hanno rifiutato ogni mediazione pertanto all’avanzare dei reparti schierati, si sono seduti per terra, opponendo resistenza passiva. 

VIDEO | Tensioni fra polizia e Ncc al Senato. Le immagini 

A questo punto, intimando ancora una volta di allontanarsi e non ottemperando, le persone sedute in prima fila sono state fatte alzare; alcuni hanno posto resistenza, mentre i manifestanti nelle file più indietro hanno lanciato numerosi oggetti verso le Forze dell’Ordine nonché grossi petardi. 

La maggior parte dei manifestanti è stata quindi allontanata in direzione di corso Vittorio Emanuele. Un gruppo di circa 100 persone si è fermato in corsia agonale, dove è stata, altresì, chiamata un’autoambulanza per un manifestante contuso; nella circostanza sono stati visitati i tre manifestanti che da alcuni giorni stanno facendo lo sciopero della fame. 

Altri dispersi hanno tentato di avvicinarsi al Senato dalle vie interne senza riuscire nell’intento. Nel corso delle operazioni quattro appartenenti alle Forze dell’Ordine sono rimasti contusi, mentre altri due sono stati trasportati all’ospedale Santo Spirito per lo scoppio di un grosso petardo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono al vaglio le posizioni di alcuni manifestanti che hanno opposto resistenza alle Forze dell’Ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

  • Coronavirus, ecco perché Roma è messa meglio di altre grandi città: i numeri spiegati dagli esperti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento