Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Carenze igieniche e irregolarità amministrative, sanzioni salate per tre attività tra San Lorenzo e Testaccio

I carabinieri hanno controllato oltre 250 persone nei quartieri della movida. Oltre 8.000 euro di multa complessivi

Dopo i controlli a tappeto di venerdì 22 aprile tra piazza Bologna, Salario, Monti e Campo de' Fiori, i carabinieri del comando provinciale di Roma hanno proseguito il servizio anche sabato 23 concentrandosi su San Lorenzo e sui quartieri di Testaccio e San Saba, le zone maggiormente frequentate dai giovani e dai turisti in visita nella Capitale. 

Particolare attenzione è stata prestata dai militari agli esercizi di prossimità, i cosiddetti minimarket. A San Lorenzo, uno dei quartieri più sotto la lente d'ingrandimento da parte delle forze dell'ordine, la compagnia di Piazza Dante insieme al Gruppo di Roma e al 6° Battaglione Toscana hanno sanzionato il titolare di un minimarket, cittadino del Bangladesh trentenne, per aver messo in vendita prodotti non alimentari senza permesso. L'uomo è stato multato per complessivi 3.500 euro.

I carabinieri della stazione Aventino, insieme ai Nas, hanno invece riscontrato irregolarità in due ristoranti, uno a Testaccio e l'altro a San Saba. I militari in entrambi i casi hanno verificato criticità in materia di igiene e nel locale di Testaccio anche irregolarità nell'applicazione dei sistemi di autocontrollo. In totale 5.000 euro di multa e la segnalazione alla Asl competente che valuterà ulteriori provvedimenti nei confronti dei ristoratori.

L'attività notturna dei carabinieri ha portato all'identificazione di oltre 250 persone, 93 delle quali minorenni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenze igieniche e irregolarità amministrative, sanzioni salate per tre attività tra San Lorenzo e Testaccio
RomaToday è in caricamento