rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Pigneto / Via del Pigneto

Guerriglia al Pigneto: carabinieri fermano due spacciatori e vengono accerchiati da 40 pusher

Sette le persone finite in manette per resistenza e violenza. Cittadini e commercianti in aiuto dei militari. I fatti nell'area dell'isola pedonale

Scene di guerriglia urbana nella zona del Pigneto dove i carabinieri hanno dovuto respingere l'attacco di una quarantina di pusher che li avevano accerchiati al fine di liberare due loro 'colleghi' appena fermati con la droga. I fatti si sono registrati nella serata di giovedì 29 luglio in via del Pigneto, nella nuova isola pedonale capitolina, dopo che i militari della Compagnia piazza Dante aveva appena bloccato due pusher del Gambia, sorpresi a cedere dosi di hashish ed eroina ad un acquirente.

ACCERCHIATI - Improvvisamente, numerosi connazionali, circa una quarantina, tra cui molti altri spacciatori, soliti bivaccare seduti sulle panchine e sui gradini della via, hanno accerchiato i Carabinieri e, forti della superiorità numerica, hanno dato vita ad una vera e propria rivolta finalizzata a liberare i due arrestati. 

BOTTIGLIE ROTTE - L’episodio, consumato tra le sedie dei locali che pullulano l’isola pedonale, ha visto dare vita a scene da guerriglia urbana quando il gruppo di extracomunitari ha iniziato ad infrangere al suolo bottiglie di birra di vetro ed ad affrontare fisicamente i militari impegnati nell’arresto, con la finalità di farli desistere dal loro servizio. 

Carabinieri al Pigneto

CITTADINI IN AIUTO DEI MILITARI - La collaborazione di alcuni abitanti ed esercenti commerciali del quartiere ha distratto per pochi istanti i facinorosi e consentito ai militari, unitamente agli  arrestati, di allontanarsi a bordo dell’auto di servizio e di evitare conseguenze più gravi. Le scene di protesta non si sono fermate ma hanno preso di mira i cittadini intervenuti fino a quando il tempestivo arrivo di altre pattuglie dei Carabinieri ha consentito di disperdere la folla e bloccare 5 dei violenti, quasi tutti trovati anche in possesso di dosi di hashish, pronte da spacciare.

SETTE ARRESTI - I sette stranieri, tutti cittadini del Gambia,  perlopiù già noti alle forze dell’ordine, di  età compresa tra i 20 ed i 31 anni, sono poi stati arrestati dai Carabinieri con l’accusa di concorso in oltraggio, minaccia, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e poi accompagnati in caserma, dove si trovano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerriglia al Pigneto: carabinieri fermano due spacciatori e vengono accerchiati da 40 pusher

RomaToday è in caricamento