menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa a Termini: carabinieri accerchiati da quindici persone

Per evitare il peggio i militari si sono barricati nella ‘gazzella’ contro la quale i rissanti hanno inferto calci e pugni. Le violenze in via Giolitti, cinque le persone arrestate

Hanno provato a sedare una maxi rissa ma si sono trovati in inferiorità numerica. Nonostante fossero i carabinieri i rissanti non hanno esitato a minacciarli ed accerchiarli costrigendo i militari dell’Arma a barricarsi nell’auto di servizio. Una volta dentro la gazzella le violenze sono continuate sino a quando non sono arrivati i rinforzi che hanno salvato i colleghi ed arrestato cinque persone. I fatti nella zona della Stazione Termini. 

RISSA DAVANTI AL BAR - In particolare è stata una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Scalo Termini, in servizio nella zona della principale stazione ferroviaria della Capitale, l’altra notte, ad intervenire per sedare la megarissa, scoppiata di fronte a un bar di via Giolitti all’Esquilino e a cui avevano attivamente preso parte almeno 15 uomini, tutti cittadini stranieri.

ACCERCHIATI DA 15 PERSONE - Alla vista della gazzella, gli animi dei contendenti, invece di calmarsi, si sono scaldati ulteriormente al punto che i Carabinieri, per respingere un tentativo di aggressione nei loro confronti, si sono dovuti barricare nell’auto di servizio e, vista la sproporzione numerica tra loro e i rissanti, hanno immediatamente chiesto rinforzi. Gli stranieri, non contenti, hanno accerchiato l’auto colpendola più volte sui finestrini e sul parabrezza.

BRANCO IN FUGA - L’arrivo di altre pattuglie dell’Arma, prontamente inviate sul posto dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale, ha consentito di far disperdere il “branco” e di bloccare 5 dei partecipanti alla rissa.

CINQUE ARRESTI - Si tratta di un cittadino nigeriano di 33 anni, un cittadino romeno di 41 anni, un cittadino egiziano di 28 anni, un cittadino marocchino di 26 anni e un cittadino tunisino di 27 anni (gli ultimi tre senza fissa dimora e con precedenti) che sono stati ammanettati con le accuse di rissa, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Gli arrestati sono stati portati in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in attesa del rito direttissimo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento