Cronaca

Dove si viaggia in due si viaggia anche in tre: il Campidoglio contro l'abbandono degli animali

Con questo slogan parte oggi la campagna di infomazione e sensibilizzazione della tutela degli animali che il Comune di Roma Capitale

"Dove si viaggia in due si viaggia anche in tre", con questo slogan parte oggi la campagna di infomazione e sensibilizzazione della tutela degli animali che il Comune di Roma Capitale ha realizzato per l'estate 2012. Il progetto vedrà realizzarsi una task force contro l'abbandono degli animali, istituita dall'Assessorato all'Ambiente di Roma Capitale e presentata oggi nella sede della Protezione Civile.

Il periodo estivo è sempre il più complesso, proprio in questi mesi si verificano il maggior numero di abbandoni, la campagna è stata voluta fortemente dall'assessore all'Ambiente Marco Visconti per dare continuità ai progetti pilota che la scorsa estate hanno registrato ottimi risultati. Presenti oltre all'Assessore anche Federico Coccia delegato del Sindaco alla salute degli animali, Stefano Argiolas medico veterinario della protezione civile, Valentina Coppola responsabile Earth, Mariangela Grassi del servizio tutela e benessere degli animali e Fabio Tancredi direttore serv izio giardini. 
 
Per quest'anno il programma di tutela degli animali si fa più articolato e prevede l'istutuzione di quattro diversi servizi che vedranno una cooperazione tra l'Assessorato, il servizio veterinario della Protezione Civile  e l'Associazione Earth. Il programma è articolato in quattro diversi servizi , un call center 24h, un servizio veterinario d'emergenza, l'assistenza legale per la tutela di animali e persone e una campagna di informazione e sensibilizzazione del fenomeno dell'abbandono.
Il call center e il servizio di veterinaria risponderanno al numero 060606, attivo tutto il giorno, e che attiverà l'intervento della Protezione civile e dei Pics-decoro della Polizia Roma Capitale. L'associazione Earth si occuperà dell'assistenza legale, attraverso il call center si potranno segnalare maltrattamenti, abbandoni, aggrssioni rtra cani e persone o anche solo per problemi legati a questioni condominiali. 
"Oltre a questi servizi - ha spiegato l'assessore Marco Visconti - abbiamo stanziato 50 mila euro per aiutare le associazioni di volontariato nelle operazioni di sterilizzazione. Rispetto all'anno scorso sulla promozione abbiamo rinunciato ai cartelloni 4x3 dopo lo strumentale ricorso al Tar presentato da Società Concessioni Internazionali e che ha annullato il bando di gara per l'affidamento della gestione del servizio di bike sharing." Oltre ai cartelloni la campagna avrà anche uno spot video 'Non abbandonare chi ti ama', realizzato dall'associazione Earth che passerà per le televisioni locali, ed ad una rubrica che ogni lunedì andrà in onda su Roma Uno Tv dalle 17:00.
 
Uno dei punti cruciali del progetto è proprio la sterilizzazione, unico modo per arginare il fenomeno del randagismo, che a Roma non è allarmante ma che se sottovalutato può manifestarsi con gran velocità e creare numerosi problemi ed è una conseguenza degli abbandoni.
Altro punto focale della campagna è il microchip, che ha utilità non indifferente nel contenere l'abbandono, da una parte serve a riconoscere l'identità dell'animale e del padrone e può essere un deterrente contro l'abbandono, dall'altra può servire alla restituzione al legittimo proprietario dell'animale che si è smarrito. I Pics, coordinati con i veterinari, sono forniti di apparecchiatura per la lettura dei microchip stessi.
 
Non bisogna pensare che la questione dell'abbandono riguardi solo gli animali domestici tradizionali come cani o gatti, il fenomeno si estende a numerose specie: dalle tartarughe ai furetti, dalle iguane ai serpenti. Per questo motivo la campagna mira alla tutela animale a 360° gradi, o alla tutela di fenomeni prettamenti romani come le famosissime colonie feline della capitale che molte volte diventano sfogo di gente senza scrupoli. 
Da questo punto di vista l'Assessorato si è dimostrato molto sensibile all'orribile fenomeno dell'abbandono e ogni anno ha cercato di migliorare l'offerta dei servizi. Tutto questo, come specifica l'associazione Earth, ha creato una nuova coscienza nei cittadini che hanno imparato ad amare di più gli animali e che sentendo la vicinanza delle istituzioni sono anche disposti a 'metterci la faccia' per segnalare eventuali sopprusi nei riguardi dei nostri 'amici' animali. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dove si viaggia in due si viaggia anche in tre: il Campidoglio contro l'abbandono degli animali

RomaToday è in caricamento