Camorra a Roma: arrestate 41 persone in un'operazione antidroga

Sgominata una struttura camorristica radicata nella Capitale e dedita allo spaccio di droga. A condurre l'operazione i Ros dei Carabinieri che dichiarano: "Roma crocevia di interessi di stampo mafioso"

Una vasta operazione del nucleo dei Ros dei Carabinieri ha portato all'arresto di 41 persone legate per lo più alla Camorra napoletana, alla mafia siciliana e alla criminalità barese. L'organizzazione aveva messo in piedi un'importante rete distributiva della droga che commercializzava lo stupefacente sui mercati romano e napoletano.

Roma non è un territorio di scontro tra le varie mafie, che convivovo portando avanti i propri interessi illeciti

Le indagini hanno inoltre accertato il controllo capillare delle aste pubbliche presso il banco dei pegni della capitale, la ricettazione di preziosi e l'abusivo esercizio dell'attività finanziaria. Ricostruite anche le modalità di riciclaggio del gruppo Senese nel mercato legale romano e nella compravendita di autovetture. Sequestrati, infine, beni mobiliari ed immobiliari acquisiti illecitamente per alcune decine di milioni di euro.

 "Nel corso degli anni abbiamo potuto documentare”, ha dichiarato in conferenza stampa il colonnello Mario Parente, vicecomandante del Ros, “come Roma si sia dimostrata un crocevia di interessi illeciti". Alla base di questo mercato c'è, secondo i Carabinieri, una predisposizione di Roma ovvero quella “di  riciclare il denaro nel settore immobiliare”. “E poi”,  ha aggiunto Parente, "c'è la posizione geografica, la presenza di un aeroporto internazionale che favorisce le normali dinamiche legate al narcotraffico".

Questa è anche la ragione, secondo il vicecomandante del Ros, per la quale nella capitale si assiste attualmente ad una sorta di “pax criminale”: "Non è un territorio di scontro tra le varie organizzazioni, che possono convivere portando avanti ciascuna i propri interessi illeciti. Tuttavia tra le varie organizzazioni non c'è accordo e questo fa si che non si possa parlare ancora di controllo del territorio di tipo mafioso".

Nell'apprendere la notizia il Sindaco Alemanno si è detto soddisfatto. “E' un segnale molto importante da parte dei carabinieri. E' stata un' operazione molto ben fatta e congeniata ed è un serio contrasto e una battuta d'arresto nei confronti dell' infiltrazione della criminalità organizzata nella nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento