Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Il dramma di Camilla, la bambina di 9 anni di Monteverde morta sugli sci

La bimba stava sciando con il padre ed era in vacanza nella località sciistica piemontese con il papà e un amico, in occasione delle feste di fine anno

Una tragedia sulla neve. Camilla, 9 anni, è morta il 2 gennaio per un drammatico incidente sulla pista 'Imbuto' di Sauze d'Oulx della Via Lattea, in Val di Susa. La bimba, residente a Monteverde, è caduta sugli sci ed è rotolata per cinquanta metri finendo fuori pista e ha sbattuto prima su una barriera frangivento e poi per terra.

Il violento impatto le ha procurato un grave trauma toracico che le ha causato un arresto cardiocircolatorio. I soccorsi sono stati vani. Sul posto dove è avvenuto l'incidente sono arrivati i carabinieri che indagano sull'accaduto sequestrando il materiale da sci della piccola Camilla e la barriera frangivento. L'inchiesta è coordinata dal pm Valerio Longi.

Camilla era con il padre e un loro amico. Stavano trascorrendo le vacanze di inizio 2019. Giovanni Brasso, presidente della Sestrieres spa, società che gestisce gli impianti sciistici del comprensorio della Via Lattea ha spiegato: "La pista 'Imbuto' è una pista rossa. Una pista già impegnativa, per buoni sciatori. E' comunque regolarmente palinata, con i cartelli che consigliano di rallentare e con la barriera frangivento al di fuori della pista. La visibilità era buona", ha spiegato all'Ansa.

Insomma, una tragica fatalità: "In questo momento, per tutti noi, è predominante la tristezza. Noi offriamo divertimento – conclude il presidente di Sestrieres spa – e quando succedono queste cose siamo i primi ad essere colpiti e a patirne".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma di Camilla, la bambina di 9 anni di Monteverde morta sugli sci

RomaToday è in caricamento