Cronaca

Calci e pugni alla porta di casa dell'ex moglie, poi le minacce

L'uomo è stato fermato dai carabinieri ad Acilia

La perseguitava da tempo. Vittima l'ex moglie di un uomo di Acilia che si è presentato sotto casa della donna e, dalla strada, ha incominciato a urlare e inveire contro di lei, con la pretesa di volerla incontrare. Al rifiuto della donna comprensibilmente impaurita, ha preso a pugni e calci la porta d’ingresso con una violenza inaudita. Da qui la richiesta di aiuto da parte della vittima che ha chiamato i Carabinieri.

Nei fatti, l’uomo si è presentato ad Acilia, presso l’abitazione della donna e, dalla strada, ha incominciato a urlare e inveire contro di lei, con la pretesa di volerla incontrare; al rifiuto della donna comprensibilmente impaurita, ha preso a pugni e calci la porta d’ingresso con una violenza inaudita. Da qui la richiesta di aiuto da parte della vittima che ha chiamato i Carabinieri.

La pattuglia dei carabinieri di Ostia si è precipitata nei pressi dell’abitazione e ha arrestato l’uomo, un 57enne romano, accompagnandolo, dopo le formalità di rito, in carcere. Successivamente la donna, visibilmente scossa, ha confessato ai Carabinieri di altri ripetuti episodi di pedinamento effettuati dell’uomo oltre alle numerosissime chiamate e messaggi che aveva ricevuto dall’ex marito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni alla porta di casa dell'ex moglie, poi le minacce

RomaToday è in caricamento