Caccia cinghiali nella riserva naturale: così un uomo è finito agli arresti domiciliari

Il bracconiere, che dovrà rispondere dei reati di porto abusivo di arma da sparo e violazione dell'esercizio venatorio

Cacciava cinghiali a Poggio Lupino, all'interno della Riserva Naturale Regionale Monterano, ed è stato sorpreso di Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Bracciano e dai Guardiaparco di Canale Monterano.

Nei guai è così finito un 41enne del posto, mentre stava posizionando delle esche nell'area protetta sottoposta a vincolo faunistico/venatorio.

L'uomo, immediatamente fermato dai militari, è stato trovato in possesso di un fucile doppietta calibro 12 con matricola abrasa. Il bracconiere, che dovrà rispondere dei reati di porto abusivo di arma da sparo e violazione dell'esercizio venatorio, è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento