Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Trova 840 euro sul bus, autista riconsegna la cifra a una cantante lirica giapponese

E' accaduto domenica sulla linea 343 che va da Ponte Mammolo a Conca d'Oro. "Non ho esitato nemmeno un secondo" ha raccontato. Nella borsa anche carte di credito e due telefonini

840 euro, due telefonini e diverse carte di credito ma nessun documento per identificare facilmente il legittimo proprietario. Tutto restituito, però. È quanto è stato ritrovato da un autista della Roma Tpl,  Diego Giuseppe Di Fazio, sulla linea 343, quella che da Ponte Mammolo passa per San Basilio fino ad arrivare al capolinea di Conca d'Oro. La storia, segnalata da un lettore, ci è poi stata raccontata dall'autista contattato telefonicamente da Romatoday: “Credo sia importante raccontare quanto accaduto” esordisce. “Non perché voglio comparire, non è nemmeno importante che venga citato il mio nome. Ma perché noi autisti finiamo spesso sulle pagine di cronaca dei giornali per motivi negativi, come ritardi, aggressioni o assenteismo” continua.

Siciliano, originario di Canicattì, da 15 anni vive a Roma e lavora per il servizio di trasporto. “Quando ho ritrovato la borsa era domenica pomeriggio, tra le 17.30 e le 18. Era per terra. Me l'ha segnalato un ragazzo così me la sono fatta passare per conservarla nella cabina degli autisti. In un primo momento sembrava ci fossero solo due cellulari e delle buste con delle scritte in giapponese” cosa che ha fatto pensare a una turista. “Guardando meglio però ho visto che una busta conteneva 840 euro. Ho subito avvisato la centrale operativa di Roma Tpl, qualcuno nel pomeriggio avrebbe potuto reclamarla” racconta. “Per andare dai carabinieri però ho dovuto aspettare la fine del servizio, alle dieci. Un autista è responsabile degli oggetti che vengono ritrovati e, contenendo dei soldi, non potevo nemmeno consegnarla all'ufficio degli oggetti smarriti”.

L'autista non ha avuto nemmeno un attimo di esitazione nel riconsegnare la borsa. “Certo mi avrebbero proprio fatto comodo” commenta. “Avrei potuto saldare qualche debito” soprattutto in un momento delicato per molti autisti di Roma Tpl che spesso protestano per i ritardi nel versamento degli stipendi. “Ma non sarebbe stato onesti. Ho trovato tanti oggetti, anche preziosi, in tanti anni di servizio e li ho sempre riconsegnati. Ho terminato il turno alle 21.57 e sul verbale dei carabinieri di San Basilio è stata segnata l'ora delle 22.15” racconta.

La proprietaria è stata ritrovata. “Non è una turista ma una cantante lirica giapponese di 68 anni che vive a Roma” racconta Diego. “Ieri pomeriggio ha voluto incontrarmi e mi ha insistito per ricompensarmi con 50 euro. Si è anche segnata il mio numero di telefono: mi ha promesso che quando farà un concerto inviterà me e tutta la mia famiglia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova 840 euro sul bus, autista riconsegna la cifra a una cantante lirica giapponese

RomaToday è in caricamento