Cronaca

Atac sull' obliteratrice "pazza": "Forse colpa di un calo di corrente"

L'Atac ha commentato quanto accaduto a una giovane che ha timbrato il biglietto sul tram 8 e si ritrovata impressa la scadenza al 1992. "Probabilmente è colpa di un calo di corrente che ha fatto sballare l'orologio interno della macchina"

E' stato probabilmente un calo di corrente a fare ripartire l'orologio interno dell'obliteratrice 'pazza' che oggi a Roma al momento di timbrare un biglietto sul tram 8 gli ha impresso come scadenza il 10 gennaio del 1992... Con un sorriso, ma anche con tanto di scuse per la ragazza protagonista della storia raccontata dall'agenzia Dire, l'Atac ha fatto sapere appunto che "appena la vettura rientrera' in deposito la 'macchinetta' sara' controllata. Probabilmente, pero', ci sara' stato un calo di corrente che avra' mandato giu' e poi fatto ripartire la batteria che regola le funzioni (comprese la data e l'ora, ndr) dell'obliteratrice. Sono migliaia quelle montate e puo' succedere. Ringraziamo comunque la ragazza- ha concluso l'Atac- sia per la segnalazione, sia per lo spirito con cui ha preso la cosa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac sull' obliteratrice "pazza": "Forse colpa di un calo di corrente"

RomaToday è in caricamento