'Roma bulla': dall'Eur a piazza Bologna è emergenza bullismo

L'allarme lanciato dall'associazione Codici: "In soli quattro mesi già sei casi di bullismo. E potrebbero non essere tutti". Preoccupano anche zona Casilina e Colleferro

Insulti, offese e violenze fisiche. Vittime, sempre i più deboli o i 'diversi'. Il bullismo è un fenomeno che non tramonta, non passa mai di moda. Anzi, si evolve con il passare del tempo. Tanto che oggi si parla di cyber bullismo: una forma di violenza effettuata attraverso l'uso dei nuovi media e delle nuove forme di comunicazione. A Roma, da gennaio ad oggi, si contano già sei episodi. 

Tutti racchiusi sotto l'unica matrice della violenza, del maltrattamento e dell'umiliazione. In soli quattro mesi, già sei casi e potrebbero non essere tutti. L'allarme arriva da Codici: "Abbiamo raccolto e considerato solo i fatti riportati dalla fonti di cronaca, che non rivelano tutte quelle situazioni sommerse che purtroppo rimangono nascoste, spesso per paura di denunciare o per le possibili ripercussioni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'associazione ha stilato anche una sorta di mappa del bullismo. Le zone più colpite: Grotta Perfetta, nel quartiere Eur, Piazza Bologna e zona Casilina. Preoccupa anche la provincia e in particolar modo Colleferro. "Le storie raccontate sono a volte molto forti - analizza Codici - vanno dalle bruciature di sigarette su un ragazzo disabile ad anni di violenze e intimidazioni che portano le vittime a rubare anche nella propria casa per assecondare i persecutori. Non mancano rapine e veri e propri sequestri così come minacce quotidiane perpetrate a scuola".
  
Sono violenze sia fisiche che psicologiche, a volte efficaci e svilenti anche più di quelle fisiche. "E' sicuramente essenziale una grande attività di prevenzione del fenomeno - conlude Codici - attività che dovrebbe venire implementata in tutte le scuole. Importante anche sottolineare che molto spesso gli atti di violenza raggiungono una dimensione tale da essere penalmente perseguibili, mentre la matrice di tali atteggiamenti sembra essere, in primis, quella della non accettazione della diversità".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento