Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Il Brasiliano dopo l'arresto a Ponza: "Chiedo scusa agli abitanti. Lo sfollagente? Ho paura per me e mia moglie"

L'influencer di Pietralata dà la sua versione su quanto accaduto sull'isola, dove sabato è stato arrestato con le accuse di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale per un'aggressione ai carabinieri

Foto Instagram brasiliano__official

La versione del Brasiliano: in un video diffuso su Instagram Massimiliano Minnocci, l’influencer di Pietralata seguito da 200.000 persone su Instagram, ha voluto dire la sua sull’arresto in flagranza avvenuto sull’isola di Ponza.

Minnocci è accusato di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale: stando alle ricostruzioni avrebbe aggredito alcuni carabinieri chiamati per dei tafferugli in strada, utilizzando anche uno sfollagente che aveva con sé e che è stato sequestrato. Portato in caserma, è stato rilasciato con un foglio di via della durata di tre anni, che non gli consentirà dunque di avvicinarsi più all’isola di Ponza.

L’influencer 42enne ha deciso di replicare sfruttando il mezzo che più gli è consono: i social network, nello specifico Instagram, prima con una storia in cui ha chiesto scusa agli abitanti di Ponza, e poi con una diretta trasformata in reel condivisa domenica sera sui social.

“La prima cosa che voglio dire è che io non faccio più uso di cocaina, vorrei che fosse chiaro, e quindi non stavo pippato - ha esordito il Brasiliano - Forse ho esagerato, stavo un po’ ubriaco, io non reggo l’alcol e non l’ho mai retto, mi sono bevuto tre amari e mi ero leggermente innervosito”. Poi la sua versione di quanto accaduto a Ponza, in località Banchina Nuova, dove Minnocci stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza.

Minnocci e i carabinieri: "Non si sono identificati, erano in borghese"

“Stavo discutendo con un tizio, stavo con altri ragazzi che si stavano attaccando con questo tizio - racconta nella diretta che chiede di “far girare” - Mi ci sono attaccato anche io e ci stavo discutendo, gli altri amici miei sono andati via, e a un certo punto sono arrivati questi personaggi, 4 o 5, non si sono presentati, non mi hanno detto siamo carabinieri e non stavano in divisa, stavano tutti in borghese. Pensavo fossero amici di quel tizio. Quando era troppo tardi si sono presentati come carabinieri. Non ho devastato macchine e non ho molestato i passanti. Forse nella colluttazione con l’altro tizio, che all’arrivo dei carabine ieri non c’era più, può essere che ho danneggiato qualcosa”.

Il Brasiliano arrestato a Ponza: "Lo sfollagente mi serve per la mia incolumità"

Minnocci ha quindi spiegato per quale motivo aveva con sé uno sfollagente: “Io non sono amatissimo, lo sfollagente non si dovrebbe portare ed è ovvio, ma quando cammino con lo sfollagente è perché sto difendendo la mia persona e mia moglie, soprattuto da quando mi hanno sparato sulla macchina. Da quel giorno mi sono portato lo sfollagente appresso perché ho veramente paura per l’incolumità di mia moglie, Chiedo scusa, ovviamente con lo sfollagente non si gira perché è un’arma”.

La diretta ha totalizzato in meno di 24 ore quasi 115.000 visualizzazioni e centinaia di commenti. Rientrato ormai a casa, Minnocci lunedì mattina ha quindi voluto ribadire “a quelli a cui sto sul c…o che non mi fermerete mai, io cammino sempre a testa alta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Brasiliano dopo l'arresto a Ponza: "Chiedo scusa agli abitanti. Lo sfollagente? Ho paura per me e mia moglie"

RomaToday è in caricamento