rotate-mobile
Cronaca

Minorenne pestato e rapinato dal branco, la nonna lo convince a denunciare e scatta l'indagine

La vittima è stata spinta contro la vetrina di un bar a pochi metri dalla stazione Finocchio della Metro C e dopo essere stata picchiata, è stata derubata

È stato aggredito, con una scusa, picchiato e rapinato dal branco. Una volta a casa, la nonna lo ha soccorso e convinto a presentare denuncia ai carabinieri della Stazione di San Vittorino Romano che hanno trovato uno dei responsabili e, dopo una indagine coordinata con la Procura, hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 22enne. 

I fatti si sono consumati lo scorso settembre nei pressi della fermata Finocchio della Metro C. La vittima, un ragazzino romeno neanche maggiorenne, fuori dalla stazione si è visto avvicinare da un gruppo di tre ragazzi che lo hanno fermato con una scusa, chiedendo in prestito il cellulare per fare una semplice chiamata, ma al rifiuto ricevuto sono passati ai fatti. La vittima è stata spinta contro la vetrina di un bar e dopo essere stata picchiata, gli è stata rubata una collanina d'oro che portava al collo, un regalo di infanzia della nonna.

Proprio la nonna, una volta sentita la storia raccontata dal nipote, ha convinto il ragazzo a sporgere denuncia e insieme hanno raccontato i fatti ai carabinieri di San Vittorino. Da quel momento, grazie agli impianti di videosorveglianza e alla comparazione con i vari profili social dei potenziali autori della rapina, i militari sono riusciti ad individuare uno dei responsabili, il 22enne. Gli altri due, invece, sono ancora a piede libero. Le indagini dei carabinieri continuano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne pestato e rapinato dal branco, la nonna lo convince a denunciare e scatta l'indagine

RomaToday è in caricamento