Cronaca

Borseggiava con il bambino al collo ma sceglie il turista sbagliato

Una cittadina bosniaca di 23 anni, abituata a borseggiare sulla metropolitana 'B' con un bimbo al collo e le mani libere, ha scelto la vittima sbagliata che l'ha seguita e indicata agli agenti di vigilanza. La donna è stata poi arrestata

Era abituata a scegliere le sue vittime a bordo della metropolitana “B” e a borseggiarle con un bimbo appeso al collo avvolto in una sciarpa in modo da avere le mani libere.

La rapinatrice, una cittadina bosniaca di 23 anni, ha questa volta scelto male il suo soggetto. La sua attenzione è stata infatti catturata dal portafoglio di un turista canadese che a sua volta si era reso conto di cosa stava per avvenire e non appena ha sentito una 'mano estranea' nella tasca dei pantaloni, ha lanciato un grido costringendo la donna a lasciare la presa del portafoglio e dileguarsi.

Il canadese, dopo aver constatato che delle banconote mancavano effettivamente dal suo portafoglio, invece di mettersi a strillare, ha deciso di seguire la donna fino a quando non ha incrociato gli addetti alla vigilanza ai quali ha segnalato la rapinatrice che è stata prontamente fermata.

A quel punto, intervenuti gli agenti del Commissariato Celio, il turista ha raccontato cos'era avvenuto elencando le banconote che mancavano dal suo portafoglio: euro, dollari americani e canadesi più una somma in valuta ungherese.


Negli uffici della polizia la donna è stata controllata e, nascoste nella biancheria, sono state trovate le banconote corrispondenti a quelle sottratte al turista canadese che l'hanno portata all'arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borseggiava con il bambino al collo ma sceglie il turista sbagliato

RomaToday è in caricamento