Cronaca Tor Sapienza / Via Casali del Drago

Dalla Grecia a Roma passando per l'Austria: scoperta filiera del falso, il blitz a Tor Sapienza

Gli agenti hanno seguito i venditori, risalendo ad una delle filiere del mercato di borse e abbigliamento contraffatti

Un vero e proprio deposito di Luis Vitton, Gucci, Adidas, Fendi. Tutto rigorosamente falso. E' quanto hanno scoperto tra via Casali del Drago e via Luigo Nono, a Tor Sapienza, gli agenti della Polizia Locale dei gruppi G.S.S.U., Sicurezza Pubblica Emergenziale e V Prenestino, Coordinati dal Vice comandante del Corpo Lorenzo Botta e dal comandante Mario De Sclavis.

L'appartamento era una "stazione di arrivo" dei prodotti contraffatti, di fabbricazione cinese, destinati ad alimentare il mercato del falso della Capitale. Le indagini, eseguite per il tramite di sofisticate strumentazioni tecniche, hanno permesso di seguire le nuove "rotte commerciali" delle merci, che dopo essere entrate nella comunità europea dalla frontiera greca, arrivava in Italia, attraverso spedizioni austriache. 

Seguita con estrema attenzione l'ultima spedizione, gli agenti hanno sorpreso il capo dell'organizzazione un senegalese di 40 anni, mentre era intento a ritirare la merce. Immediata e senza incidenti la successiva irruzione nell'appartamento, dove sono stati sequestrati migliaia di pezzi tra borse, portafogli, foulard, capi d'abbigliamento contraffatti delle più note case.  Nell'appartamento c'erano circa 10 senegalesi che non hanno opposto resistenza, tutti identificati.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Grecia a Roma passando per l'Austria: scoperta filiera del falso, il blitz a Tor Sapienza

RomaToday è in caricamento