Cronaca

Bombe carta al liceo Virgilio. La preside: "Sporgerò denuncia", gli studenti: "Noi estranei"

La preside dell'istituto ha raccontato i fatti

Due bombe carta, una ieri e un'altra oggi, al liceo romano Virgilio. Gli ordigni sarebbero stati esplosi durante le ore di ricreazione. A raccontare i fatti la preside dell'istituto, Carla Alfano, che sta preparando una relazione da mandare ai carabinieri: "Non siamo riusciti a risalire ai responsabili, il cortile era affollatissimo".

La preside Alfano ancora non ha presentato formale denuncia, ma ha annunciato che lo farà al più presto, raccontando appunto i due episodi avvenuti nella scuola che hanno fatto scattare l'allarme antincendio. Insomma non c'è pace al liceo Virgilio dopo l'occupazione terminata lo scorso ottobre.

Gli studenti del collettivo, che ha organizzato l'occupazione dello storico liceo romano, sentiti dall'agenzia Dire, contestano la versione della preside che tra l'altro "ha associato la mobilitazione di qualche settimana fa con l'incidente di oggi. Non si trattava di una bomba carta ma di un petardo messo da persone che non c'entrano nulla con il collettivo, che si dissocia da quanto accaduto. L'allarme inoltre è scattato alle 11.52 molto dopo lo scoppio e per motivi sconosciuti. Il tutto come al solito è stato strumentalizzato per darci contro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bombe carta al liceo Virgilio. La preside: "Sporgerò denuncia", gli studenti: "Noi estranei"

RomaToday è in caricamento