menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto twitter @Francesco23468 ·

Foto twitter @Francesco23468 ·

Si ferma la metro C per assenza di personale: in strada bus sostitutivi, caos e assembramenti

Lo stop sull'intera linea. Calca sui bus, in molti lamentano la disorganizzazione del servizio

"Metro c, circolazione interrotta su intera tratta, servizio bus sostitutivi San Giovanni Pantano". È un messaggio del servizio infoatac su twitter a dare il buongiorno e il buon lunedì ai romani della periferia est della Capitale. Metro C bloccata praticamente dall'inizio del servizio e migliaia di romani a piedi e costretti a ricorrere (o provarci) ai bus sostitutivi. 

Sì, perché in strada i bus ci sono, ma sono pochi e insufficienti ad assorbire il carico normale dei treni della terza linea della metropolitana. Così il lunedì si caratterizza per assembramenti e calca per prendere gli autobus, come se la pandemia non esistesse. 

E chi è alle prese con il caos è anche fortuna. Già perché molti segnalano la disorganizzazione del servizio, con l'assenza di indicazione delle fermate. 

A spiegare il blocco è il sito Atac dove si legge: "Circolazione interrotta su intera tratta causa indisponibilità di personale".

dettagli_serviziometroc-2

Atac avvia indagine interna

Atac intanto fa sapere di aver avviato accertamenti approfonditi per chiarire le ragioni che hanno provocato la mancata apertura della linea. Un'indagine interna per verificare la ragione delle assenze comunicate dai dipendenti per la giornata di oggi. "L'azienda sta controllando i documenti giustificativi giunti da parte del personale assente, anche per valutare eventuali azioni davanti alle autorità". Chi invece ha già una spiegazione sono i sindacati di categoria. 

La denuncia dei sindacati 

"Da tempo denunciamo una strutturale carenza di organico" spiega a RomaToday Daniele Fuligni, segretario regionale Filt Cgil. "Mancano agenti di linea, gli addetti al controllo delle stazioni e all'intervento sui treni in caso di guasto". Sono presidi obbligatori, senza i quali l'intera linea non può entrare in funzione.

Dipendenti sotto organico quindi e, secondo i rappresentanti dei lavoratori, soluzioni insufficienti a colmare la lacuna. "I lavoratori vengono costretti sempre a fare turni straordinari. Il che significa che una singola assenza pesa su un arco orario maggiore. Bastano poche assenze in concomitanza, in questo caso magari una quarantena in più legata al coronavirus, e il servizio salta. Non è la prima volta che accade. E non è la prima volta che lo denunciamo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento