Cronaca

Metro B ferma cinque ore. E' polemica: "Sta diventando un calvario"

Pomeriggio di passione per linea B rimasta ferma tra Policlinico e Eur Magliana dalle 16 alle 21. Il Pd ad Alemanno: "Pensi a come è ridotta la metro invece che alle primarie"

Alle ore 21.21 sono stati riaperti i cancelli, ma il pomeriggio della metro B è stato un calvario. Poco prima delle 16 infatti lo stop della linea tra Policlinico e Eur Magliana ha creato il caos. Il guasto, a quanto comunicato da Atac, sarebbe stato causato dalla caduta di un ramo sulla linea con danni alla rete elettrica. Nel tardo pomeriggio è stata ripristinata una fermata, tra Castro Pretorio e Policlinico. E intanto, sotto la pioggia battente, la solita ressa alle fermate per i bus sostitutivi, con rassegnato assalto alle vetture, rabbia e ironia tra romani e turisti, che ai problemi della metro stanno facendo il callo.

L'ENNESIMO STOP - Già l'11 ottobre scorso, la linea B si era fermata tra Tiburtina Fs e Rebibbia. Due forti boati in galleria e la circolazione subito sospesa, forse si era trattata di un petardo lanciato attraverso una grata. Solo l'ultimo di una serie di episodi che tra scioperi dei macchinisti, problemi tecnici e altri inconvenienti hanno colpito, soprattutto negli ultimi mesi, la linea B e la neonata B1. E il 5 ottobre a fermarsi era stata la linea A, tra Termini e Arco di Travertino, per un problema all'impianto di alimentazione. Neanche a dirlo impazza la polemica.

POLEMICHE - "Invece di pensare alle primarie del Pdl, il sindaco Alemanno farebbe bene a pensare allo stato in cui sono ridotte le linee della metro in questa città. Oggi l'ennesimo stop della linea B a danno dei cittadini. Questa tratta con Alemanno invece che un mezzo rapido di spostamento sta diventando un vero e proprio calvario". Lo dichiara in una nota il consigliere comunale del Pd, Paolo Masini. Gli fa eco Massimiliano Valeriani, consigliere del Pd a Roma: "Un altro venerdì nero per i cittadini romani che si muovono con i mezzi pubblici. Dopo il blocco di venerdì scorso che ha interessato la ferrovia Roma-Lido, questa volta è la metro B a fermarsi, con migliaia di passeggeri costretti ad attendere sotto la pioggia i bus sostitutivi per tornare a casa. Ormai spostarsi con i mezzi pubblici è diventata una roulette russa per i romani, che quotidianamente devono affrontare i disagi e i disservizi del trasporto pubblico".

Replica secco il Pdl. "La sinistra romana si produce nelle solite, scomposte esultanze, mostrandosi totalmente priva di rispetto per il disagio sofferto dagli utenti del trasporto pubblico. Polemiche al limite dell'assurdo; così come è assurdo che il Pd faccia la morale dimenticandosi di quella manutenzione e quei lavori che non ha mai svolto sul Tpl mentre governava Roma per decenni. Spiace quindi che si scelga la polemica tout court, tanto per sete di visibilità, lasciando che prevalga la logica del 'tanto peggio tanto meglio'". E' quanto dichiara il presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale, Roberto Cantiani.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro B ferma cinque ore. E' polemica: "Sta diventando un calvario"

RomaToday è in caricamento