Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca La Rustica / Via Raffaele Costi

Fermi bus periferici della Roma Tpl: autisti bloccano i depositi

"Detrazioni senza un perché in busta paga". Queste le motivazioni dell'improvviso blocco fornite dagli autisti a Romatoday. Un centinaio le linee ferme

Detrazioni improvvise dalla busta paga e i bus del Tpl si fermano. La protesta degli autisti delle linee periferiche è partita questa mattina senza alcun preavviso. Due i depositi bloccati, uno in via Raffaele Costi a Tor Cervara e un altro in via della Maglianella in zona Boccea. Gli autisti incrociano le braccia e a Romatoday spiegano le ragioni.

"Ci siamo ritrovati con detrazioni in busta paga di 330 euro senza sapere il perché e senza essere minimamente avvisati" racconta Fabio, tra i manifestanti del deposito di via Costi. "Il Comune non paga gli enti perché non ha soldi, questa è la verità. E noi non ci stiamo più". Quante le linee periferiche ferme? "Saranno un centinaio quelle che non sono partite" continua "circa il 30% dei trasporti romani".

Ricordiamo che il Consorzio Roma Tpl (a gestione privata) affianca Atac (a gestione pubblica) nella gestione dei trasporti di superficie della capitale. Conta circa 1700 dipendenti, 450 bus, e gestisce 83 linee che coprono tutte le zone periferiche della citta’. Come comunicato dalla stessa Agenzia per la Mobilità non e’ al momento previsto quanto la protesta terminera’.

Queste le 36 linee interessate alla protesta che quindi possono avere un numero inferiore di vetture su strada: 022, 039, 040, 041, 053, 056, 086, 135, 146, 213, 220, 222, 235, 308P, 314, 343, 344, 404, 437, 444, 447, 511, 543, 546, 552, 554, 557, 657, 881, 892, 907, 912, 982, 985, 997, 998L

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermi bus periferici della Roma Tpl: autisti bloccano i depositi

RomaToday è in caricamento