Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Blackout a Roma, troppi condizionatori accesi e cabine elettriche a fuoco mandano in tilt la rete

Da Torpignattara a Corcolle, dall'Alessandrino a Tor Sapienza. Tanti sono i quartieri dove si segnalano problemi elettrici

Fa troppo caldo, i condizionatori sono (quasi) sempre accesi nelle case, nei negozi e negli uffici. La richiesta di energia è alle stelle e le reti elettriche sono sottoposte a forte stress e cadono. Non solo. Oltre alle temperature da record c'è un anche un'altra questione, apparentemente lontana. Si tratta dei rifiuti. Già, perché i cittadini esasperati dai cumuli di sacchetti dell'immondizia fuori dai cassonetti, bruciandoli, innescano incendi che coinvolgono anche cabine elettriche.

A Roma i casi si moltiplicano e sono sempre più frequenti le segnalazioni di mancanza di corrente. Due fattori che danno un unico risultato, in città si stanno segnalando una serie di blackout a macchia di leopardo. Migliaia di cittadini ci hanno inviato segnalazioni da diversi quartieri.

La segnalazione da Torpignattara

A Torpignattara la situazione da ormai una settimana è al limite. "Ho chiamato Areti e non mi hanno saputo dire dove stanno intervenendo. Ci sono trentatré gradi in casa e siamo senza corrente da due ore", ha segnalato Caterina - residente e lettrice di RomaToday - lo scorso lunedì. 

Una situazione che lei, come tanti altri cittadini di 'Torpigna' stanno vivendo da tutta la settimana. Corrente che va e che viene, senza adeguate risposte da parte del gestore. "Cinzia del bar Pecchia è rimasta chiusa in ascensore", ci dice ancora. Le segnalazioni da giorni arrivano da via Giuseppe Cei, via Amedeo Cencelli, via Arnaldo Ulivelli, via dell'Acquedotto Alessandrino. "Nessuno ci ha detto nulla. Per strada abbiamo trovato solamente un cartello che parla di lavori programmati dalle 10 alle 14 il 25 luglio prossimo. Tra l'altro sono pazzi a programmare questi interventi e interruzioni nelle ore e nei giorni più caldi di sempre". 

Il bollettino di Caterina è costante. "Hanno installato un gruppo elettrogeno in via Cei - ci racconta ancora - e la corrente, alle 18.30 di martedì, quasi un giorno dopo, è più stabile". Il motivo del disservizio resta però ignoto. Secondo quanto emerso la cabina elettrica su cui i tecnici Areti hanno fatto l'intervento, attivando poi il gruppo elettrogeno per ripristinare la corrente elettrica, era andata a fuoco una settimana prima per un corto circuito. Sul posto erano intervenuti i vigili del fuoco.

L'incendio a Corcolle

E un incendio ha mandato in tilt la corrente anche in zona Corcolle. Lì, in via Spinetoli, per tutto il pomeriggio di ieri la corrente è saltata. Così come in via Monte Roberto (la cabina elettrica in foto). Il motivo, questa volta, è un rogo doloso. "Qualcuno ha bruciato i cumuli di spazzatura e le fiamme hanno danneggiato la cabina elettrica". Ma quella non è stata l'unica strada coinvolta. 

"In via Folignano stiamo al buio dalle 20. Siamo senza condizionatori. Stiamo crepando. Tra poco ci si scaricano pure i telefoni. Io sono pure incinta", ci ha raccontato Vanessa. Altre le segnalazioni anche in via Acqualagna, via Montelparo e via Castel di Lama. Blackout temporanei - si fa per dire - che hanno lasciato senza luce e aria condizionata i residenti. 

A Casal Bruciato cittadini in protesta

Gli altri quartieri

Le segnalazioni sono diverse. Martedì a Ostia tra viale dei Romagnoli, via delle Azzorre e via delle Canarie la luce è saltata dalle 22 e per due ore. In zona Alessandrino, ieri, intorno alle 21:30 almeno 3 sono i palazzi rimasti senza corrente elettrica. L'epicentro del guasto, stando a quanto riportano i residenti, sarebbe in via del Grano. "Ci sono molte persone anziane nel mio condominio e se non agiscono tempestivamente, viste le temperature, la situazione potrebbe diventare drammatica", racconta Roberta sottolineando che i disagi nel si riscontrano anche questa mattina. Un problema - lo stesso - riscontrato anche da Maria Cristina. 

Poi, ancora, problemi in via Carlo Sereni e piazza Righi, in zona Marconi, dove dalla mezzanotte di lunedì la luce è saltata fino alle tre di martedì, per buona pace di chi voleva dormire con i condizionatori accesi. A Tor Sapienza segnalazioni sono arrivate da via Pio Joris, via del Pastore Aminta con blackout a ripetizione alle 8, alle 14 e alle 16:30. In zona Labaro, l'intero quadrante di Colli d'Oro, con farmacie, bar, negozi e condomini è rimasto senza elettricità ieri dalle 15 alle 20. "Il disagio più grande, tra gli altri, dover buttare il cibo del freezer salito a 4 gradi", ha scritto Cristina alla nostra redazione. 

In piazza Zama, zona Appio Latino, stessa situazione. Dalle 19 di ieri, invece, a Casal Monastero alcune vie del quartiere sono state senza corrente, ci ha scritto una residente di viale Ratto delle Sabine: "Sono le due di notte e siamo ancora così. Areti risponde che è normale e che ci vuole tempo per gli interventi in tutta Roma che sono tanti". Problemi che ricordano quelli dell'anno scorso quando - ancora a luglio - l'eccessiva richiesta di energia elettrica causò picchi di consumo e disagi in tanti quartieri.

Per segnalare problemi a RomaToday numero whatsapp 345 1709348. Indirizzo mail romatoday@citynews.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blackout a Roma, troppi condizionatori accesi e cabine elettriche a fuoco mandano in tilt la rete
RomaToday è in caricamento