Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Caldo, incendi e condizionatori e la rete elettrica romana va in tilt

Ieri l'incendio di cavi elettrici in via Cavour. Oggi i black out a Termini e Barberini e i guasti a Tiburtina: per Acea 24 ore terribili

stor_3969672_23450Ventiquattro ore terribili per la rete elettrica romana. All'Acea ricorderanno a lungo quanto accaduto a partire da ieri pomeriggio alle 15 fino al primo pomeriggio di oggi. Tra incendi, sovraccarichi della rete elettrica, record di consumi e black out, le squadre Acea non si sono fermate un attimo.

RECORD - Ieri, comunica Acea, è stato registrato il nuovo record estivo storico assoluto di potenza elettrica immessa a Roma, con l'erogazione di 2.383 megawatt. Il primato di ieri, stabilito a causa del caldo che ha aumentato i consumi di elettricità tanto da mandare la rete in tilt in alcune zone di Roma, batte quello del 7 luglio del 2009 quando furono erogati 2.320 megawatt.

L'INCENDIO DI VIA CAVOUR - L'emergenza è iniziata ieri alle 15, quando un sovraccarico di corrente, dovuto all'alto assorbimento di energia per il funzionamento continuo di tanti condizionatori e ventilatori ha causato l'incendio di cavi elettrici all'interno della galleria dei servizi, all'incrocio via Cavour e via Torino.

Il black out ha lasciato senza corrente parte della periferia come Tor Bella Monaca e Torre Angela, la zona della Stazione Termini e Piazza Barberini. Ventotto squadre di tecnici impegnate per ripristinare la corrente e i normali servizi a circa 13 mila utenze. Problemi anche al traffico perché molti semafori, anche nel centro, sono saltati.

I vigili del fuoco hanno impiegato più di sette ore per spegnere le fiamme, che hanno danneggiato 13 cavi, e sono ancora sul posto per bonificare e verificare eventuali ulteriori problemi. L'incendio ha interessato circa 20 metri del canale di fili elettrici, del telefono e di fibra ottica.

Alcuni tombini su quel tratto, letteralmente sprofondati nel catrame sciolto dal calore, erano stati aperti per far uscire fumo mentre l'odore di plastica bruciata è stato sentito perfino dai passeggeri della stazione della metro nella zona. I pompieri sono anche intervenuti con l'ausilio della termocamera, una sorta di telecamera che rileva la temperatura di ciò che inquadra.

RIVOLTA A TORRE ANGELA - L'emergenza è diventata tale nel VIII municipio quando in serata si è verificato un black out che ha interessato circa 1000 utenze tra via Agostini e via Alì. Le persone rimaste senza elettricità sono scese in piazza e alcune si sono recate sulla Casilina per bloccarla.

Intanto una delegazione si é recata alla caserma dei carabinieri per chiedere aiuto. I militari si sono subito attivati e hanno chiesto l'immediato intervento dei tecnici Acea che sono stati scortati sul posto e hanno risolto il guasto poco prima della mezzanotte.

TIBURTINA
- La giornata orribile è proseguita oggi con un guasto nella zona di Tiburtina, dove 2000 utenze sono rimaste senza elettricità tra le 8 e le 9.


b- All'ora di pranzo è toccato a Termini e Barberini dove per diverse ore si è verificato un black out. Tutti i guasti sono stati risolti intorno alle 15.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo, incendi e condizionatori e la rete elettrica romana va in tilt

RomaToday è in caricamento