Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

Black out a Roma, la corrente continua a saltare: ancora disagi nel quadrante sud est

Dal Pigneto all'Appio latino passando per Centocelle nuove segnalazioni da diversi quartieri della città

Il quadrante sud-est di Roma è ancora in parte ostaggio di interruzioni improvvise dell'energia elettrica. La scorsa settimana si è raggiunto forse il picco di disagi in città, ma il problema non è stato ancora del tutto risolto. Alla redazione continuano ad arrivare segnalazioni di black out che durano ore. Il caldo afoso e i condizionatori perennemente accesi stanno dando seri problemi ad Areti, l'azienda di distribuzione dell'energetica elettrica a Roma, che, a causa nella gran parte dei casi di un sovraccarico di energia, fatica a garantire il servizio. 

Le segnalazioni dei cittadini

"Da ieri intorno alle 21 viale delle Orchidee è avvolto nel buio. Vi lascio immaginare il disagio e il caldo di queste ore" scrive Flavia, residente a Centocelle, con una mail inviata alla redazione in piena notte. Ieri pomeriggio la corrente è saltata per un paio d'ore al Pigneto, e ancora di nuovo a Centocelle. Idem nel quadrante Appio Latino. "Sono 11 ore che siamo senza energia elettrica" denuncia un altro lettore residente in via Ferdinando Ughelli. "Con Areti non si riesce a parlare, parte una registrazione dove dicono che da via Cessati Spiriti, via Gino Capponi, piazza Lazzaro Papi ci sono segnalazioni di guasti".

La maggior parte della segnalazioni arrivano dal quadrante sud-est della città, con qualche eccezione però anche da nord. "In via Fogliano (quartiere Trieste, ndr) siamo senza elettricità dalle 22, non ci rispondono non ci danno informazioni sul quando verrà ripristinata - racconta Marta -. Abbiamo il rischio di far andare a male le cose in frigorifero, abbiamo dovuto aprire le finestre ma si muore di caldo, allarmi a non finire e situazione di disagio generale. Così non è possibile". 

Caronte spegne il mito del privato che funziona. Acea e Areti come Ama e Atac

Disagi da black out

Già, un disservizio che va avanti da giorni, come RomaToday ha raccontato riportando diverse storie di cittadini che hanno subito pesanti danni dallo stop della corrente elettrica. Persone come Vanessa, incinta al nono mese e Roberta, invalida al 100%, ma anche i commercianti di Roma est. Oltre al cibo andato a male nei frigoriferi c'è chi ha avuto disagi legati alla conservazione di farmaci in frigorifero, vedi l'insulina per i diabetici. E c'è chi ha protestato occupando la strada con dei cassonetti. Insomma, rispetto alla settimana scorsa i disagi sono ridotti ma sempre presenti a macchia di leopardo in città. In diverse strade Areti è intervenuta con l'installazione di generatori di corrente provvisori per limitare i danni. 

La spiegazione di Areti

"Si tratta di un aumento fisiologico dovuto ai consumi eccezionali a causa della forte ondata di calore che persiste ormai da settimane" ha fatto sapere Areti, inondata da segnalazioni e proteste dei romani. "Le reti elettriche sono sottoposte a forte stress e inoltre, rispetto alle prime settimane di luglio 2023, la richiesta di energia elettrica da parte di utenze domestiche, commerciali e industriali è salita da 1600 MW fino ad arrivare a oltre 2100 MW di potenza massima distribuita a Roma". 

E ancora: "Tali circostanze hanno determinato un aumento delle segnalazioni, ciò nonostante Areti sta garantendo e garantirà la continuità del servizio. La società sta monitorando la situazione in tempo reale e ha incrementato le squadre operative in azione sul territorio h24 per garantire un pronto intervento nonché sopperire nell’alimentazione delle utenze, lì dove necessario, con gruppi elettrogeni". 

Per le vostre segnalazioni potete inviare una mail a romatoday@citynews.it, scrivere alla nostra pagina Facebook o al numero 3451709348

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Black out a Roma, la corrente continua a saltare: ancora disagi nel quadrante sud est
RomaToday è in caricamento