Cronaca Ponte Giuseppe Mazzini

Ponte Mazzini: getta il figlio nel Tevere, arrestato. Ricerche in corso

L'uomo aveva litigato con la compagna ed aveva portato con sé il piccolo di 18 mesi. Questa mattina all'alba è stato rintracciato. A quanto si apprende avrebbe gettato il piccolo nel Tevere

Ha prima litigato con la moglie, poi ha portato via il suo piccolo di 18 mesi e poi, questa mattina all'alba, l'avrebbe lanciato giù da Ponte Mazzini. E' la drammatica storia di un 25enne italiano, arrestato dai carabinieri dopo un inseguimento sul lungotevere. Le ricerche del piccolo sono tutt'ora in corso. Ad operare i sommozzatori dei vigili del fuoco che stanno scandagliando il fiume.

LA CONFESSIONE - L'uomo ha confessato: "L'ho gettato io nel Tevere". Ha ammesso di aver ucciso il figlio di 16 mesi gettandolo nel Tevere l'uomo di 26 anni fermato questa mattina dai carabinieri a Roma. Ora si è chiuso nel silenzio. Da una più esatta ricostruzione, il 26/enne dopo avere litigato con la compagna (non era sposato con la madre del bimbo) ha sottratto il piccolo alla zia e alla nonna alle quali era affidato. La compagna era ricoverata in ospedale. La coppia litigava spesso per affidamento del figlio.

Il vicesindaco, Sveva Belviso, ha commentato la notizia: "E' una notizia terrificante che ci lascia sgomenti e attoniti". "Quanto avvenuto - continua Belviso - è un gesto di estrema crudeltà per il quale sono davvero superflue ulteriori parole di condanna. Il nostro pensiero in questo momento va a quel bimbo innocente vittima della sconsideratezza e della violenza di un padre che, invece di difenderlo e di proteggerlo, lo ha trattato come un oggetto sul quale scaricare le proprie frustrazioni. Per questo padre - conclude Belviso - auspico che venga emessa una pena esemplare ed immediata e, alle forze dell'ordine e a tutto il personale operativo impegnato in queste ore nelle ricerche del bimbo, va il nostro ringraziamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Mazzini: getta il figlio nel Tevere, arrestato. Ricerche in corso

RomaToday è in caricamento