Paura al parco ex Snia: bimbo sparisce dopo essere stato adescato da un uomo

Secondo il racconto alla polizia della mamme presenti nell’area verde il piccolo di 7 anni era stato portato da un uomo dietro un cespuglio

Il parco del Lago Bullicante visto dal parco dell'ex Snia

"Ieri hanno tentato di rapire un bambino di 7 anni al parco della Snia" e il racconto. Di chat in chat la notizia ha raggiunto numerosi abitanti del Pigneto, provocando allarme nell'intero quartiere. E' vero? Non è vero? Tante le domande giunte anche al nostro giornale. La notizia è confermata a RomaToday da fonti di polizia. 

Ad evitare il peggio si può dire siano state le urla delle madri. Attimi di paura interminabili per la mamma del piccolo di sette anni, sparito mentre si trovava in un parco. Secondo le testimonianze raccolte dalla polizia il bambino sarebbe stato adescato da un uomo che avrebbe provato a rapirlo forse per abusare di lui. Gli attimi di interminabile apprensione sono stati vissuti nel pomeriggio di mercoledì al parco delle Energie (ex Snia), al Prenestino. 

Secondo le testimonianze rese dalle persone presenti nell'area verde, il bimbo di 7 anni sarebbe stato portato via da un uomo, “un indiano”, hanno raccontato le mamme presenti. L’uomo, approfittando di un momento di distrazione della mamma,  avrebbe condotto il piccolo in un luogo appartato da cui si accede da un buco in una rete contiguo al parco del Lago Bullicante, con la scusa di mostragli una cosa vicino al laghetto che si trova nell’area verde compresa fra via di Portonaccio, largo Preneste e la via Prenestina.

Nel momento in cui la mamma si è accorta dell’assenza del figlio ha subito lanciato l’allarme a cui ha risposto subito una donna che aveva visto un bambino corrispondente alla descrizione della madre allontanarsi con un uomo. Degli attimi di interminabili paura con tutte le persone presenti che si sono attivate per ritrovare il bimbo. Fra cui anche alcuni genitori presenti al sottostante parco del Lago Bullicante che avevano pensato in un primo momento che qualcuno fosse caduto nel burrone che divide le due aree verdi con accesso dalla via Prenestina e da via di Portonaccio. 

Sentendo gridare il proprio nome il piccolo è poi uscito da dietro un cespuglio, spaventatissimo, con un uomo che si è poi allontanato rapidamente da dietro l’anfratto facendo perdere le proprie tracce. La madre del piccolo è stata colta da malore. I presenti hanno quindi allertato la polizia.

Arrivate nel parco di via di Portonaccio le volanti hanno quindi trovato la mamma ed il suo bambino spaventatissimi ma illesi. Raccolta la denuncia della donna gli agenti hanno acquisito la descrizione dell’uomo datosi alla fuga dando vita alle ricerche, al momento con esito negativo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento