Cronaca

Bimbo morto al San Giovanni: revocata direttrice del reparto

Mentre la Procura, nell'inchiesta sul bambino morto per uno scambio di cateteri, vaglia accanto all'omicidio colposo anche l'ipotesi di falso, la direttrice dell'unità operativa di neonatologia è stata revocata dal suo incarico

All'accusa di omicidio colposo potrebbe aggiungersi quella di falso. Nell'ambito dell'inchiesta sulla morte del neonato nell'ospedale San Giovanni la Procura di Roma sta vagliando una nuova ipotesi di reato per i venti iscritti nel registro degli indagati. Ipotesi che potrebbe configurarsi se fosse confermato, così come indicato dagli ispettori del ministero, che la cartella del piccolo Marcus De Vega, deceduto la notte tra il 29 ed il 30 giugno scorso a causa della somministrazione di latte per endovena, sia stata manipolata. La cartella clinica è già stata acquisita dagli inquirenti di piazzale Clodio che ora attendono la relazione degli ispettori del ministero della Salute. E domani ci sarà la seconda autopsia sul neonato.

LA REVOCA - Nel frattempo il direttore ad interim dell'Unità operativa complessa di Neonatologia, Caterina De Carolis, è stata revocata dal suo incarico. La notizia si legge in una delibera firmata oggi dal direttore generale dell'ospedale, Gian Luigi Bracciale. "Alla luce dei recenti avvenimenti" si legge nel documento, questo provvedimento "si rende opportuno e necessario al fine di assicurare continuità al sistema assistenziale e al fine di garantire il più possibile un clima di tranquillità e di assoluta proficua e sicura attività alla Uoc di Neonatologia".

Bracciale, con la sua delibera, nomina inoltre "ad interim e nelle more dell'espletamento di un avviso pubblico, il dottor Giannantonio Cerqua, direttore del Dea, direttore della Uoc Neonatologia con il precipuo compito di riorganizzare sotto il profilo logistico gestionale le attività della Uoc" e dispone di "affidare alla prof.ssa Luciana Annino, direttore del dipartimento di Oncoematologia, il compito di redigere protocolli e procedure diagnostico-terapeutiche, nonché procedure tecnico-organizzative del reparto". Inoltre è disposto di "demandare a Cerqua e Annino congiuntamente il compito di individuare un dirigente medico quale referente per gli aspetti clinico-assistenziali". La De Carolis, si ricorda nel documento, era stata nominata direttrice ad interim di Neonatologia lo scorso 7 dicembre, dopo il recesso dal servizio del dirigente precedente.

Intanto dall'ispezione ordinata dal Ministero della Salute emergono ulteriori particolari che aiutano a delineare il quadro della tragedia. Quadro che, ovviamente, si chiarirà soltanto a conclusione del lavoro dei pm.

L'ISPEZIONE - Sette ore di lavoro a tutto campo presso la terapia intensiva neonatale del San Giovanni Addolarata. La relazione ministeriale conferma innanzitutto "lo scambio tra il catetere enterale (ovvero per via orale o gastroenterica, ndr) e quello parenterale (ovvero collegato alla circolazione sanguigna, ndr)". Sembra, affermano, "che verso le 14 in seguito alla somministrazione di circa 20 cc di latte per via parenterale, la pompa dell'infusione è andata in allarme, con l'effetto di bloccare la somministrazione. Il personale infermieristico ha segnalato l'accaduto al personale medico, come risulta dalla cartella, con riferimento allo scambio avvenuto. Nel pomeriggio il bimbo ha presentato un progressivo peggioramento delle condizioni di salute". Alle 4,35 del 29 giugno Marcus è deceduto.


Nella relazione si legge poi di alcune "lacune" nella redazione della cartella clinica: "Il criterio della temporalità nella scrittura della documentazione sanitaria non viene rispettato poiché mancano gli orari". Inoltre si denuncia la presenza di "cancellature e modifiche non sempre chiaramente identificate". Si rileva inoltre la presenza di incubatrici "datate", di un "numero limitato del personale sanitario addetto" e di "inadeguata organizzazione e gestione del personale". Gli ispettori denunciano poi "l'assenza di procedure e protocolli diagnostico-terapeutici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo morto al San Giovanni: revocata direttrice del reparto

RomaToday è in caricamento