Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Don Bosco / Via Sestio Menas

Via Sestio Menas cede ancora. Betoniera sprofonda a 10 metri dalla maxi voragine

La strada si è aperta venerdì mattina. Sul posto polizia locale e vigili del fuoco

Letteralmente inghiottita da una voragine. Una betoniera in movimento è sprofondata in una cavità apertasi in via Sestio Menas, al Quadraro. Qui lo scorso 4 maggio sono iniziate le operazioni necessarie per il riempimento della voragine apertasi il precedente 28 marzo, con le immagini delle auto finite in buca ancora vivide nella memoria dei romani e degli abitanti della zona. 

Via Sestio Menas senza pace 

L'ennesimo guaio che si somma a una seconda maxi buca e a un geyser conseguenza di una importante perdita idrica lo scorso 2 maggio. La voragine si è aperta intorno alle 12:30 di oggi, venerdì 14 giugno, con il mezzo pesante da lavoro che si è letteralmente impennato dopo che la parte posteriore è finita all'interno. La maxi buca si è aperta a circa 10 metri da quella di fine marzo.

Betoniera sprofondata voragine

Illeso il conducente della betoniera

In via Sestio Menas, già chiusa dallo scorso fine marzo, sono intervenuti gli agenti dei gruppi VII Tuscolano e V Casilino della polizia locale di Roma Capitale e i vigili del fuoco per la rimozione del camion. Spaventato ma illeso il conducente che si trovava alla guida della betoniera. 

Le operazioni di rimozione del mezzo pesante 

Complicate le operazioni di rimozione del mezzo pesante a cui stanno lavorando i vigili del fuoco del comando provinciale di Roma intervenuti con la squadra Tuscolano 2 e il capo turno provinciale. Betoniera del peso di oltre 10 tonnellate che verrà tolta dalla buca con l'utilizzo di due autogru. 

Prosegue la messa in sicurezza

Come spiegano dall'assessorato ai lavori pubblici di Roma Capitale, il nuovo sprofondamento è avvenuto al di fuori dell’area cantiere, in un tratto della strada che non era stato interdetto dalle autorità preposte. Un mezzo di lavoro utilizzato in quel momento per il riempimento delle cavità è rimasto coinvolto dal cedimento del manto stradale. Sul posto, si è subito recata l’assessora ai Lavori pubblici di Roma Capitale insieme a polizia locale, vigili del fuoco, protezione civile e dipartimento lavori pubblici di Roma Capitale per effettuare le opportune verifiche. In questo momento sono in corso le operazioni finalizzate alla rimozione dell’automezzo rimasto coinvolto. 

Cavità nel sottosuolo del V municipio 

"Dal giorno del primo cedimento - dichiara Segnalini - ci siamo attivati in collaborazione con municipio, protezione civile, polizia locale, vigili del fuoco e Acea. Abbiamo messo in sicurezza la voragine principale e avviato i sondaggi per conoscere la situazione del sottosuolo. Dai sondaggi è emersa la presenza di ulteriori cavità che abbiamo iniziato subito a riempire, tanto è vero che il mezzo coinvolto stava procedendo proprio al riempimento delle ulteriori cavità. Il municipio V purtroppo è soggetto a fenomeni di questo tipo a causa dello sfruttamento del sottosuolo in passato come cava di materiali da costruzione. Inoltre, la condotta fognaria è molto vecchia e in muratura. Stiamo facendo ogni sforzo per provvedere a una totale messa in sicurezza. Al momento - conclude Segnalini - stiamo effettuando le operazioni di rimozione dell’auto mezzo messe a disposizione diretta dalla ditta incaricata del riempimento delle cavità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Sestio Menas cede ancora. Betoniera sprofonda a 10 metri dalla maxi voragine
RomaToday è in caricamento