Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca Monteverde / Largo Martin Luther King

Baracca con barbecue all'interno del parco, rimossa dopo la segnalazione dell'associazione Villa Pamphilj

L'area è stata bonificata e messa in sicurezza. L'intervento congiunto di polizia di Stato e polizia locale

L'intervento degli agenti nel parco di Villa Pamphilj

Una baracca nascosta nella vegetazione del parco con barbecue e legna. Siamo a Villa Pamphilj a Monteverde dove, a seguito della segnalazione dell'Associazione per Villa Pamphilj, è stata rimossa una baracca abusiva.

Obiettivo dell'intervento congiunto di vigili urbani e polizia di Stato salvaguardare le aree verdi ed il bene collettivo contrastando le forme di degrado. In tale ambito martedì mattina gli agenti sono intervenuti un un'area impervia nella Valle dei Daini, a poche centinaia di metri dall'ingresso di San Pancrazio, per procedere alla rimozione di un manufatto abusivo. 

Al momento delle operazioni, non è stato trovato alcun individuo all'interno della baracca. Rinvenuti vari materiali quali cumuli di legna, attrezzature e componenti per barbecue, scarti alimentari e rifiuti vari.

Al termine dell'intervento di questa mattina, avviato a seguito di una segnalazione del Presidente  dell'Associazione per Villa Pamphij",  l'area è stata bonificata e messa in sicurezza grazie alla collaborazione del personale di  Ama e del Servizio Giardini di Roma Capitale.   

Ulteriori accertamenti sono  in corso da parte degli agenti della Polizia Locale del XII Gruppo Monteverde, diretti dal Dottor Emanuele Stangoni, unitamente  al personale della Polizia di Stato, XII Distretto guidato da Maria Chiaramonte, per risalire agli occupanti della baracca.

 "L'intervento di oggi è frutto dela costante attenzione posta dall'Associazione per Villa Pamphilj su quanto avviene all'interno della villa storica più grande della Città", dichiara Paolo Arca, presidente dell'Associazione per Villa Pamphilj. "E' stato  predisposto dal XII Distretto della Polizia di Stato che, due settimane fa, aveva ricevuto una circostanziata documentazione su chi avesse creato un ritrovo all'interno della Valle dei Daini dopo averne disboscato una zona: ad un primo sopralluogo è seguito l'odierno coinvolgimento di Polizia Roma Capitale ed AMA, con quest'ultima sostituita nella rimozione di quanto presente dagli addetti del locale Servizio Giardini (AMA si è ritirata dall'intervento adducendo la sua NON competenza adoperare in quell'area). Come concordato con la Polizia di Stato l'Associazione ha messo a disposizione un drone con operatore e le autorizzazioni necessarie, in maniera da assicurare una più completa verifica di un'area chiusa (per modo di dire) da 20 anni circa. Un'area che nel frattempo è stata eletta a ritrovo di gruppi di giovani residenti nel quartiere Monteverde, tra cui vandali e imbrattori, come conferma parte del materiale rinvenuto utilizzato nelle azioni condotte negli ultimi anni contro ipogei, muri perimetrali della villa e di edifici del quartiere. Quel che abbiamo dimostrato per l'ennesima volta è quanto vada ripensata la modalità con cui operano le Forze dell'ordine impiegate nella tutela dei parchi e delle ville storiche che, per estensione e ricchezza di vegetazione, non si prestano assolutamente al classico pattugliamento sui viali, in auto, in divisa, effettuato oggi da chi non conosce o non riceve dettagliate istruzioni su criticità già accertate da anni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baracca con barbecue all'interno del parco, rimossa dopo la segnalazione dell'associazione Villa Pamphilj

RomaToday è in caricamento