Dai quartieri Spagnoli a Roma per rubare rolex: scacco alla banda

Dopo i fermi di due romani della settimana scorsa, un'operazione congiunta fra le questure di Roma e Napoli ha portato all'arresto di tre napoletani. Rapine a Milano e forse a Roma

Ancora Rolex rubati. E ancora arresti. Dopo i fermi della scorsa settimana, quando a finire in manette erano stati Enrico Tricarico e Gianfranco Palma, questa mattina è stata la volta di tre napoletani, arrestati nei "Quartieri Spagnoli" in un'operazione congiunta fra la Squadra Mobile di Roma e quella di Napoli. Destinatari delle ordinanze di custodia cautelare in carcere, seguito della "Operazione Trasferta", Antonio Capo, 28 anni, Solla Mario, 29 anni e Simeoli Ciro, 50 anni. I tre sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di una serie di rapine a Milano, ai danni di possessori di orologi Rolex. Inoltre, la loro posizione resta sotto indagine per furti di Rolex anche nella Capitale.  

IL MODUS OPERANDI - In particolare, il gruppo criminale è ritenuto responsabile di una serie di rapine, avvenute nel novembre del 2012 , in alcuni quartieri di Milano. I tre, specializzati in questo tipo di attività, partiti da Napoli a bordo di un'autovettura, si recavano nel capoluogo lombardo ed attraverso un modus operandi ormai collaudato, rapinavano le loro vittime. Da rapinatori seriali, il copione era sempre lo stesso: dopo aver individuato la loro vittima, la seguivano, spesso a bordo di motorini rubati nella circostanza ed, appena possibile, affiancandosi alla sua autovettura, la rapinavano dell'orologio, strappandoglielo letteralmente dal polso, con azione repentina e violenta.

REATI IN TRASFERTA - Infatti, una delle caratteristiche primarie del gruppo è, appunto, quella di commettere i loro reati in 'trasferta', spesso con la complicità di altri soggetti, sempre napoletani, che risiedono in altre città italiane e che hanno il compito di indicare i luoghi maggiormente frequentati, di offrire talvolta ospitalità, assistenza ed i mezzi per commettere i reati. Rimanendo pochi giorni in una città, i tre si assicuravano con la rapidità delle loro azioni, una alta frequenza di rapine, nell’arco addirittura della stessa giornata. Si è accertato, infatti, che dal 9 al 21 novembre, il gruppo era salito a Milano e tornato a Napoli più volte, rendendosi responsabile almeno di tre rapine ai danni di possessori di orologi Rolex o comunque di valore, utilizzando dei motoveicoli spesso rubati sul posto oppure, come in un caso specifico, intestato ad un uomo partenopeo proprietario di numerosi altri veicoli, naturalmente non suoi. 

DOCUMENTI FALSI - I tentativi di depistaggio, però, non si fermavano qua. In particolare, Antonio Capo, già sottoposto ai domiciliari e ritenuto il soggetto più importante dell'organizzazione, si era spesso 'trasformato' in Gianluca Cardona, usando documenti falsi. Proprio sotto questo nome, i tre avevano alloggiato a Milano, durante una 'trasferta di lavoro'. E sempre nei panni di Cardona, il Capo era stato arrestato in Spagna, a Barcellona, per avere rapinato un orologio del valore di circa 25 mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

COLLEGAMENTI CON ROMA - Al momento ai tre vengono contestate le rapine avvenute a Milano, in particolar modo, nel periodo fra il 9 e il 21 novembre. Dato, però, il modus operandi e l'uso abituale di un motorino per compiere la rapina, ai tre potrebbero essere contestati altri furti avvenuti nella Capitale. Non si esclude, nemmeno, una 'collaborazione' con la 'vecchia' Banda dei Rolex, già responsabile delle rapine ai danni di Lino Banfi e del notaio di "Affari Toui", Luigi Pocaterra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento