rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Anzio

Anzio, sgominata la banda dei profumi: in manette 7 romeni

Ripulivano le profumerie delle regioni centrali, per rivendere la refurtiva ai connazionali. Solo nelle undici profumerie laziali il bottino è stato di 1 milione e 300.000 euro

Era diventata famosa come la banda dei profumi Cinquanta colpi furti, messi a segno in profumerie di Lazio, Marche e Abruzzo tutti con la stessa mano, quella di 7 romeni arrestati ieri dai carabinieri di Anzio.

Secondo quanto accertato dai militari i sette rubavano profumi per poi rivenderli a profumerie romene, dove venivano rivenduti a prezzi più bassi. I bottini accertati sinora si aggirano sull'ordine di 1 milione e 300.000 mila euro solo nelle undici profumerie laziali.

I negozi, che venivano letteralmente svaligiati, hanno dovuto riparare anche i danni che la banda provocava per accedervi, con l'utilizzo di grosse cesoie, grossi martelli e trapani. Migliaia le confezioni di costosi profumi e cosmetici sequestrate dai carabinieri nel corso dell'operazione.

La banda, forse capeggiata da una donna o dove comunque aveva un ruolo preminente Luminista Codruta Baba di 35 anni residente in una villa di Lavinio, rivendeva a metà prezzo profumi e cosmetici a propri connazionali, sia in Italia che all'estero.

Il comandante dei carabinieri di Anzio, Emanuele Gaeta, ha affermato che le indagini verificheranno se anche profumerie regolari acquistassero la merce rubata. I 7 sono stati arrestati con l'accusa di ricettazione e ora la procura di Velletri sta verificando un eventuale reato associativo. Gli altri sei malviventi vivevano in un appartamento di Aprilia, trovato pieno di scatoloni con la refurtiva.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anzio, sgominata la banda dei profumi: in manette 7 romeni

RomaToday è in caricamento