Smascherati gli incappucciati: 'Roma bene' e delinquenti insieme per picchiare e rapinare

Indentificati i quattro responsabili delle aggressioni di via Diano Marina e Balduina. Vengono da Fiumicino e dai quartieri di Monte Spaccato e Monte Mario. Gli inquirenti: "Sadica bravata di quattro amici"

Sadiche bravate. Così Polizia e Carabinieri hanno definito le azioni dei quattro incappucciati diventati il terrore di Monte Mario e Balduina nelle scorse settimane. Quattro persone, tutte identificate, due di loro arrestate perché sussiste il pericolo di fuga. Per gli altri un deferimento all'autorità giudiziaria. Tutti e quattro insieme hanno mandato in fin di vita il 28enne Enrico alla Balduina e pestato e rapinato un ragazzo in via Diano Marina. Per tutti loro l'accusa è di rapina aggravata.

Si tratta di quattro italiani provenienti da Fiumicino e dai quartieri di Montespaccato e Monte Mario. Due di loro sono minorenni. E proprio un 17enne, insieme ad un 19enne, si trova ora in carcere. Gli investigatori, gli agenti del commissariato Monte Mario diretti dal dottor Claudio Cacace e i Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale guidati dal Capitano Luca Acquotti, li hanno definiti un gruppo eterogeneo, composto sia da ragazzi provenienti dalla Roma bene che da piccoli pregiudicati.

Il 19enne arrestato in particolare era già noto alle forze dell'ordine per piccole rapine compiute in città. Determinanti per l'identificazione le immagini delle telecamere di sicurezza di un tabaccaio. Nel video, infatti, i quattro sono stati ripresi mentre si travisavano il volto con bandane e cappucci. Carabinieri e Polizia sono partiti dall'identificazione di uno dei soggetti, già noto alle forze dell'ordine per reati specifici, e hanno ricostruito la sua cerchia di amicizie arrivando anche agli altri componenti della gang. Una gang nata per caso. Nessun legame scolastico, nessun luogo di ritrovo unico, nessuna appartenza a gruppi organizzati. Solo conoscenze comuni che li hanno fatti incontrare.  

Preziose per le indagini si sono rivelate anche le testimonianze della madre del 29enne picchiato a largo Lucio Apuleio che, dal balcone, ha visto i quattro mentre si coprivano il volto. La donna non è stata in grado di riconoscerli, ma ha fornito comunque elementi utili agli investigatori. Non lontano dal posto in cui è stato aggredito il giovane, poi, le forze dell'ordine hanno trovato anche uno dei bastoni utilizzati per colpire la vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento